Milano | Parma | London    +39 3404508274   

5 Piccoli interventi di Chirurgia Estetica più richiesti

Quando si parla di chirurgia estetica, subito si pensa a cambiamenti importanti e palesi. Non è così, o per meglio dire, non è sempre così.

I pazienti oggi si dividono sostanzialmente in due macro categorie: coloro che vogliono l’ effetto “wow” a tutti i costi, i quali sono, per quanto mi riguarda, la minoranza. E quelli invece che vogliono assolutamente che il risultato sia naturale, impercettibile a chi non li conosca. E’ questo anche ciò che tendo a proporre come chirurgo.

Perchè la chirurgia non si noti, il cambiamento deve puntare all’equilibrio delle forme e all’armonia d’insieme. Al contrario di quel che si pensa, a volte un piccolo particolare può cambiare un volto, un corpo e, senza esagerare, la vita stessa.

Vediamo quali sono i piccoli interventi di chirurgia estetica che possono fare questa “magia”.

I piccoli interventi più richiesti

Vorrei qui citare quelle chirurgie che, interessando una piccola area, risultano di semplice guarigione e che mostrano presto il loro risultato. Ma che possono comunque cambiare la percezione che si ha di se.

Blefaroplastica

Può interessare entrambe le palpebre: superiore e inferiore. Congiuntamente o singolarmente.

  • Nella palpebra superiore si va a eliminare la pelle in eccesso che a causa dell’età, ma talvolta anche per predisposizione genetica o a causa di determinate patologie, va a riversarsi sull’occhio sino a coprire le ciglia e oltre.
    • Nelle situazioni più lievi è un semplice inestetismo. Nei casi più importanti va a minare la vista stessa, riducendone il campo visivo.
  • Nella palpebra inferiore, invece, a dover essere eliminata è tanto la pelle in eccesso, quanto il grasso che protrude.
    • Nelle situazioni più comuni è un semplice inestetismo conosciuto ai più come “borse palpebrali”. Tuttavia in età più avanzata (o come conseguenza di chirurgie precedenti), si può arrivare a una condizione definita ectropion, ovvero alla retrazione della palpebra inferiore sino a scoprire il globo oculare.

Questo intervento dura circa un’ora e permette al paziente di tornare a casa il giorno stesso.

  • Il ritorno al lavoro, sedentario, o alla vita sociale più completa è previsto in 10/14 giorni. Quando i segni sul viso sono ormai scomparsi.
  • Il post operatorio si compone solo di piccole accortezza da seguire, soprattutto nei primi giorni quando si imposta la guarigione.

Otoplastica

Si  propone di eliminare i difetti del padiglione auricolare. Il più comune dei quali è rappresentato dalle orecchie a “sventola” o, più correttamente, ventola.

  • Le orecchie a “sventola”  sono un inestetismo con cui si nasce. Il quale ha delle peculiarità.  Infatti è l’unico che può essere corretto:
  • L’ intervento dura circa un’ora e permette al paziente di tornare a casa il giorno stesso.
  • Il ritorno al lavoro, sedentario, o alla vita sociale più completa è previsto in 2/7 giorni. Tutto sta nella possibilità o meno di mostrarsi con la fascia contenitiva che deve essere portata giorno e notte per la prima settimana.
  • Il post operatorio è comunque di facile gestione. Per qualche consiglio:“Otoplastica post intervento: 5 consigli per una perfetta guarigione”.

Liposuzione di un’area

Questo intervento è forse il più frainteso. Non sostituisce la dieta, nè tantomeno lo sport, ma dovrebbe andare a ottimizzare i risultati di uno stile di vita sano.

Vediamone allora le caratteristiche.

  • Elimina le adiposità localizzate. Ognuno di noi, ha una parte del corpo dove fa più fatica a perdere adipe o definirsi. E’ li che la Liposuzione può essere particolarmente utile.
  • La durata si aggira intorno all’ora e si può tornare a casa sempre in giornata.
  • I risultati a detta di molti pazienti sono visibili sin da subito, anche se ovviamente si devono assestare. Per capire meglio le tempistiche: “Dopo quanto tempo si vedono i risultati della liposuzione?”.
  • Il ritorno al lavoro, sedentario, o alla vita sociale più completa è previsto in 2/3 giorni. Bisogna solo considerare che si dovrà convivere con una guaina contenitiva giorno e notte per le prime settimane. Nulla che non si possa nascondere con gli abiti.
  • Il post operatorio è tra i più leggeri.

Mini addominoplastica

Spesso confusa con la precedente nella zona addominale. Ma risolve tutt’altro problema, solo a volte può esserne il complemento. Per valutare le differenze:“La differenza tra la Liposuzione e l’Addominoplastica”.

  • L’addominoplastica nella sua versione “mini” si prefigge di eliminare pelle in eccesso nell’area sotto l’ombelico. Ha, quindi, un potere più “limitato” rispetto all’addominoplastica completa. La sua scelta deve essere ben valiata. A questo proposito ti consiglio:“Addominoplastica o mini addominoplastica: chi decide?”.
  • Tipica delle donne post maternità e di coloro che hanno perso peso, ma solamente nel meno frequente caso in cui  il difetto  sia localizzato in questa piccola area.
  • Parliamo di una chirurgia un pò più lunga delle precedenti, circa 60-90 minuti.
  • Il ritorno al lavoro, sedentario, o alla vita sociale più completa è previsto in 2/3 giorni. Una guaina contenitiva accompagnerà il paziente giorno e notte per le prime settimane.
  • Il ritorno a un lavoro sedentario oppure a un inizio di vita sociale  può essere previsto in 1 settimana, visto che il coinvolgimento dei muscoli è più limitato e l’incisione  più corta e ben nascosta.
  • Il post operatorio è piuttosto semplice, soprattutto se paragonato alla versione più completa.

Mini Facelift

Sicuramente la chirurgia del ringiovanimento per eccellenza. Quella che riesce a togliere qualche anno dal viso. Qui analizziamo la versione più “easy“: il Mini Facelift.

    • L’operazione prevede di rimuovere la pelle in eccesso “tirando e distendendo” la restante a “lisciare” il viso.
    • Mi sento anche di segnalarti pure l’esistenza di diversi trattamenti viso, non chirurgici, che potrebbero essere sia una prima soluzione che un ulteriore aiuto o complemento alla chirurgia. Te ne parlo qui:“Eliminare le Rughe Viso senza il Bisturi”.
  • Chi si approccia a questa chirurgia deve già essere consapevole che il risultato sarà limitato rispetto alla sua versione più completa. Come anche la sua durata. La sua azione si espleta più chiaramente sul volto e meno sul collo.
  • Può durare dall’ora in su, a seconda del tipo e del numero delle modifiche da effettuare.
  • Ha un limite importante: l’età. Ma, ancor più, lo stato della pelle. Deve aver mantenuto un certo tono ed elasticità. Altrimenti il ritorno al punto di partenza è rapido. Su questo argomeno:“A che età è consigliato il lifting al viso?”.
  • La ripresa del lavoro, sedentario, o della vita sociale è previsto non prima di 10 giorni. Quando la gran parte di edemi ed ecchimosi tende a risolversi.
  • Il post operatorio è poco fastidioso e le cicatrici, ben nascoste in aree definite, spariranno in poco tempo.

Tutti questi piccoli interventi di chirurgia estetica interessano inestetismi di aree circoscritte. Vanno quindi a porre cambiamenti localizzati, ma in grado di rivoluzionare l’intero contesto in cui sono inseriti.

Se vuoi approfondire tutte le chirurgie che eseguo: “Scopri la mia chirurgia estetica”. Se tante proposte ti confondono, contattami, sceglieremo insieme il cambiamento più adatto a te.

Condividi

Copia il Link

Copia