Milano | Parma | London    +39 3404508274   

rinoplastica d'estate

Rinoplastica in Estate e Convalescenza: si può fare?

Siamo ormai nel terzo millennio. L’epoca dell’apparire piuttosto che dell’essere. Del tutto subito, piuttosto che degli obiettivi raggiunti nel lungo termine. Ma soprattutto di una sorta di pseudo-conoscenza per tutti grazie a internet e ai social che permettono a chiunque di esporre idee e concetti.

Nella realtà il web, fonte infinita di informazioni che però bisogna saper selezionare e soppesare, crea anche confusione alimentando, talvolta, luoghi comuni inesatti. Uno fra i più in voga? La stagionalità delle chirurgie estetiche.

Ogni periodo dell’anno ha dei “pro” e dei “contro” da valutare, ma nessuno è da escludere a priori.

Qui vorrei parlarti della chirurgia estetica più eseguita al mondo, considerando entrambi i sessi: la Rinoplastica o chirurgia del naso. Nello specifico se può essere eseguita e fatta una corretta convalescenza anche in estate.

Se vuoi avere delle informazioni generali su questa chirurgia, ti consiglio la lettura del mio sito. Trovi una sessione a essa dedicata. Se invece ti interessa approfondire la chirurgia in ogni suo aspetto, ti consiglierei la consultazione del mio libro: “Rinoplastica proporzionata”. Puoi averlo gratuitamente scaricandolo dal sito.

La Rinoplastica: correggere il naso

Come detto nell’introduzione, questa risulta la chirurgia più eseguita considerando entrambi i sessi. E non è difficile capirne il perchè.

  • Il viso è sempre sotto gli occhi di tutti, quindi un brutto naso che gli si trova esattamente al centro e in posizione elevata, può divenire presto motivo di vergogna e scarsa autostima.

Se ti può interessare capire le piccole differenze tra la correzione di un naso maschile e di un naso femminile ti rimanderei al mio articolo: “Intervento di Rinoplastica per Uomo e Donna a confronto”.

Quando si menziona la chirurgia al naso, in realtà si può parlare di due diversi interventi:

  1. Rinoplastica, ovvero correzione solo estetica della punta e/o dell’intero dorso.
  2. Rinosettoplastica, ideale quando sia necessario correggere una deviazione nasale, spesso causa di disturbi funzionali.

Per avere una visione completa di ciò che oggi la chirurgia può fare su questo piccolo particolare ti lascio alla lettura di: “Interventi Chirurgici al Naso: il punto della situazione”.

Per comodità d’ora in poi utilizzeremo per entrambe il termine Rinoplastica visto che ai fini di questo articolo la differenza non è vincolante.

Rinoplastica

La chirurgia del naso è un intervento:

  • abbastanza semplice dal punto di vista del paziente.
    • Non è molto dolorosa.
    • Richiede solo una buona pazienza poichè si assesta in modo definitivo lentamente.
    • Può avere delle minime cicatrici esterne (rinoplastica aperta) che si limitano alla sola  columella (striscia di cute che divide le due narici). A volte anche alla base delle narici, se la loro apertura debba essere ridotta.
    • Ha una buona componente di gonfiore, che però permette di vedere il risultato, un buon 70-75% di esso, già alla rimozione della placchetta rigida, una settimana post chirurgia.
  • complessa per il chirurgo.
    • Si trova infatti a dover lavorare in uno spazio angusto e con possibilità di errore molto bassa.

Detto ciò, se per ogni chirurgia la scelta del chirurgo è importante, per questa lo è ancora di più. Per la ragione appena esposta.

L’estate può essere una scelta sensata?

La stagionalità delle chirurgia è una delle leggende metropolitane che tediano la chirurgia estetica. Purtroppo non l’unica. Ti incuriosisce scoprirne altre? Ecco a te un paio di letture che potrebbero piacerti: “Il naso cresce tutta la vita? La verità”“Chirurgia estetica: i miti e le leggende da sfatare“.

L’estate risulta infatti adatta alla Rinoplastica quanto l’inverno. Semplicemente bisognerà avere un approccio diverso nella convalescenza.

Quali sono i nemici del post operatorio della Rinoplastica eseguita in estate?

L’estate è il periodo dell’anno in cui la maggior parte delle persone si ritaglia un periodo di riposo. Lontano dal lavoro, dai ritmi concitati e dallo stress del quotidiano. Condizione mentale perfetta per sottoporsi ad una chirurgia.

Si ha più tempo e meno impegni. Si possono organizzare con maggiore tranquillità le giornate. Insomma ci si può dedicare maggiormente a se stessi. E cosa c’è di meglio che dedicarla a migliorarsi? Magari correggendo il proprio naso?

Sottoporsi alla Rinoplastica d’estate è una scelta che deve solo porre attenzione ad alcune variabili: sole, caldo e sudore. Queste influenzano il funzionamento del nostro corpo sia in condizioni normali, sia che in fase di guarigione.

Cicatrici, gonfiori e lividi sono una costante dopo ogni trauma. E la chirurgia lo è. Ma possono avere estensione diversa, e questo fa la differenza.

La convalescenza della Rinoplastica comporta soprattutto ecchimosi ed edema. Lividi e gonfiori, quindi. Ma può avere al massimo una o più piccole cicatrici. Parlo di incisioni di pochi millimetri. Ciò significa minor tempo per guarire.

Se ti interessa una visione d’insieme sul periodo di convalescenza, ti consiglierei:“Cosa fare e non fare post intervento di Rinoplastica”.

Rinoplastica in estate si o no?

La risposta può essere sì.

Guarire completamente, per ogni chirurgia, significa attendere diversi mesi. Per la Rinoplastica anche un anno o più. Ma per tornare al 100% alla propria vita basta che:

  • i lividi e il gonfiore spariscano. E ciò accadrà in un paio di settimane circa.
  • le cicatrici hanno tempi di guarigione un pò più lunghi. Ma in 4/6 settimane arrivano ad essere chiuse e già poco visibili.

Quindi ci si potrebbe operare:

  • anche a luglio o agosto. Se si volesse dedicare il periodo di ferie/post operatorio al relax puro. Lontano dai “nemici” sopracitati prima. Esposizione al sole per prima.
  • Ma non oltre il mese di giugno se non si vuole rinunciare alla tintarella e al bagno al mare in agosto.

Se l’unico periodo a disposizione fosse quello dei mesi dell’anno più caldi ma, al contempo, non si avesse intenzione di porsi alcune limitazioni nel godersi il periodo estivo, allora diventerebbe obbligatorio trovare il modo di procrastinare, in un modo o nell’all’altro, all’autunno-inverno . Passando un’altra estate con il proprio profilo poco amato.

Esiste in realtà una correzione “momentanea” che limita il paziente solo per un paio di giorni: il Rinofiller. Un trattamento e non una chirurgia. Te lo illustro qui: “Come rifarsi il naso con il filler?”.

L’estate risulta quindi una scelta possibile per questa chirurgia, ma non solo.

Se ti interessasse avere qualche consiglio su come approcciarla al meglio, anche al di là del periodo di esecuzione, ti lascerei alla lettura di:“Intervento di Rinoplastica e setto nasale deviato: Ecco i miei consigli”.

Se invece volessi capire meglio quali operazioni si possono eseguire in estate e i loro tempi di guarigione, ti direi di leggere:“Interventi di Chirurgia Estetica, periodo migliore per farli?”.

Vuoi avere altre informazioni sulla Rinoplastica d’estate? Contattami  e chiariremo ogni tuo dubbio.

 

Condividi

Copia il Link

Copia