Milano | Parma | London    +39 3404508274   

rinoplastica-naso-img-articolo

Intervento di Rinoplastica per Uomo e Donna a confronto

L’intervento di rinoplastica è probabilmente il più delicato in chirurgia estetica.

Considerando la popolazione maschile e femminile insieme, nel 2019 negli Stati Uniti si è posizionato al quarto posto tra le varie chirurgie estetiche. Analizzando invece solo la popolazione maschile, la rinoplastica ha occupato il primo posto.

In questo articolo la mia intenzione è quella di spiegare quali siano le differenze tra una rinoplastica eseguita nell’uomo rispetto alla donna.

Una chirurgia estetica molto particolare

Prima di analizzare le differenze vorrei darti un quadro generale di quello che rappresenta questo intervento.

La sua singolarità sta nel fatto che si opera in una regione del corpo non nascondibile. Non solo si trova nel viso, ma esattamente nella sua parte centrale. Questo fattore ci spiega quanto delicato possa essere l’intervento.

Ad appensantire il quadro interviene il fatto che stiamo parlando di una chirurgia che reca con sé delle difficoltà intrinseche di rilievo. Se comparata a tutti gli altri interventi di chirurgia estetica. In particolare si può dire che:

  • si opera in spazi stretti e con una visibilità spesso limitata.
  • Sono richieste modifiche alla varie strutture di supporto di pochi millimetri solamente. E talvolta anche un millimetro in più o in meno può fare molta differenza.
  • L’assestamento postoperatorio determinato dalla retrazione cicatriziale e memoria dei tessuti è una variabile non molto controllabile che ha la capacità di inficiare il risultato finale. Questo per dire che non sempre basta essere perfetti o quasi durante l’atto chirurgico.

Non è a caso che non pochi chirurghi plastici od estetici, anche di spessore, non si cimentano nemmeno in questo intervento.

Per capirne la difficoltà e la complessità ti rimanderei a:“Rimodellamento e correzione del naso: tutte le possibili combinazioni”.

Principali differenze tra il naso nell’uomo e nella donna

Per capire se ci siano delle differenze tra la rinoplastica nell’uomo e nella donna è importante iniziare a vedere quali siano i tratti nasali che contraddistinguono i due sessi. In generale le differenze principali sono racchiuse nelle tre categorie che seguono:

  • Dimensione. Il naso della donna è, in media, proporzionalmente più piccolo di quello dell’uomo. Con questo intendendosi il volume generale del naso, quanto esso proietti fuori dal contorno del viso in una visione laterale. E quanto largo è l’attaccamento del naso stesso sul viso osservandolo frontalmente.
  • La forma è un altro aspetto che ne caratterizza la diversità. Un naso maschile tende ad avere più frequentemente delle gobbette molto prominenti oltre che la punta cosidetta “bulbosa” (rotondeggiante).
  • Lo spessore della pelle del naso tende ad essere diverso nel naso maschile. Come lo è in tutto il resto del viso, del resto. La pelle dell’uomo lì è più spessa. E questo ha delle implicazioni importanti sia nella pianificazione dell’intervento chirurgico che nell’assestamento post-operatorio.

Cosa si fa di diverso nella rinoplastica dell’uomo

Inizierei col definire meglio in che proporzioni è eseguito questo intervento nei due sessi. Come intuibile, vi si sottopongono più facilmente le donne, rappresentando circa il 65% dei casi. 35% comunque è una quota sostanziosa, considerando la presenza maschile nella chirurgia estetica in generale. A conferma del fatto che l’intervento di rinoplastica sia la chirurgia estetica più eseguita nell’uomo.

Ciò che si rileva in fase di consultazione preliminare nella grande maggioranza dei casi è che si voglia ambire ad un naso che continui a mantenere i tratti di masculinità.

Per valutare le diversità di approccio, analizzerei 4 aspetti:

  1. Il dorso. Esso tende ad essere meno scavato nell’uomo durante questa chirurgia. In realtà si cerca di rimuovere la gobbetta rendendo il profilo del dorso nasale possibilmente retto. Senza alcuna concavità che renderebbe i tratti  forse un po’ troppo femminizzati.
  2. Un’altra parte sulla quale è bene porre abbastanza attenzione è la punta. Essa deve differenziarsi dalla donna per essere meno sottile e sollevata. Questo lo si ottiene mantenendo buona parte della struttura cartilaginea presente in loco e modificandola in maniera meno aggressiva. L’angolo tra il labbro e la base della punta è bene che sia tra 90 e 95 gradi. Mentre in una donna si tende ad avere un angolo di 100-105 gradi. Quindi una punta meno sollevata, la quale sarebbe pure abbastanza femminilizzante. Per approfondire meglio le dinamiche e le caratteristiche operatorie di questa parte, ti rimandoo a :“La Rinoplastica per la punta del naso come funziona?”.
  3. Come detto prima la pelle nell’uomo tende ad essere più spessa. Eccoti, a seguire, degli effetti collaterali.
    1. Ha un effetto positivo nel senso che rende più difficile ottenere un’ alta definizione della punta. Che, come visto, non sarebbe in linea con le fattezze di un viso masculino.
    2. La pelle spessa però reca con sè un’altra conseguenza nella pianificazione dell’intervento. Essa è infatti più pesante e tende a fare scendere di più la punta nei mesi di assestamento post-operatorio. Arrivando, potenzialmente, ad inficiare anche la fisiologia della respirazione. Infatti va a favorire il collasso delle valvole esterne (narici) ed interne (parte media del naso, appena sopra la punta e sotto la porzione ossea) durante l’atto inspiratorio.

E’ questa la ragione per cui nel caso di pelle spessa meglio sarebbe eseguire quella che viene chiamata rinoplastica strutturata, nella quale si ricerca una modificazione delle cartilagini portanti tramite l’uso di innesti di cartilagine atti a rafforzare la struttura di sostegno del naso. Più messa a dura prova dalla pelle soprastante, la quale è più pesante, come detto sopra.

In sommario

Anche l’uomo si sottopone con alta frequenza alla rinoplastica. Tuttavia, in sede di programmazione chirurgica, è necessario pensare alle modificazioni da eseguire tali da non rendere troppo femminilizzanti i tratti del viso. E’ infatti questa la richiesta principale prima dell’intervento. Sei curioso di sapere quali altre chirurgie sono ormai di routine nel mondo maschile?“Uomini e Chirurgia Estetica: gli interventi più richiesti”.

Per avere maggiori dettagli su come sia possibile migliorare il tuo naso: “Scopri tutto sulla Rinoplastica”.

Oppure contattami per discutere direttamente il tu caso.

Condividi

Copia il Link

Copia