Milano | Parma | London    +39 3404508274   

Come rifarsi il naso con il filler?

Il viso rimane sempre la parte del nostro corpo con maggiore valore estetico, nonostante il trend sia la ricerca della perfezione “total body”. In fondo è la prima cosa che si nota di noi.

Parlando allora del volto, come ignorare il naso? Posizionato centralmente e proteso verso chi ci guarda.

Molte sono le richieste per migliorarlo. E però, a causa  di una cattiva informazione sulla rinoplastica, molti rinunciano al sogno di un naso “perfetto”.

Tuttavia oggi la medicina estetica offre una nuova possibilità. In questo articolo ti espongo infatti come rifarsi il naso con il filler, vale a dire senza chirurgia. E’ chiamata anche rinoplastica liquida.

Rinofiller: come rifarsi il naso differentemente

Tutti vorrebbero poter migliorare senza bisturi, ma purtroppo solo una parte lo può realmente fare. Pur essendo l’uso del filler per rifarsi il naso molto richiesto, l’informazione a riguardo è tale per cui sia ormai percepito come una vera e totale alternativa alla rinoplastica. Nel senso che sembra che fare uno o l’altro sia la stessa cosa, sta al paziente scegliere… Mi permetto di dire come le cose non stiano esattamente così.

Il trattamento

La rinoplastica “non chirurgica” è un trattamento di medicina estetica. Pertanto si esegue in ambulatorio.

  • Il trattamento ha una durata di una quindicina di minuti. Non è altro che l’iniezione sottocutanea di una sostanza volumizzante, tipicamente l’acido ialuronico, per ridisegnare la forma del naso.
  • Non necessita di anestesia.
  • Non c’è “post-operatorio”.
  • Non dà dolore rilevante. Talvolta una sorta di fastidio al tatto nei 2-4 giorni a seguire.
  • Gli effetti collaterali, se appaiono, sono solitamente minimi.  Al più possono presentarsi piccoli lividi o gonfiori nel punto di iniezione. Niente che non passi in pochi giorni.
  • L’unica limitazione è evitare sforzi fisici (sport o lavori molto impegnativi) nel giorno del trattamento.
  • La modifica dura circa un anno, dopo di che il trattamento va rifatto per mantenere il risultato. Altrimenti l’acido iarulonico viene gradualmente riassorbito dal corpo e l’effetto scompare.
    • L’acido iarulonico è una molecola essenziale e naturalmente presente  nel nostro corpo. Compone i tessuti connettivi ed è fondamentale per lo stato di idratazione cutanea. Rendendo, quindi, la pelle più resistente. Non per niente è la sostanza riempitiva maggiormente impiegata medicina estetica. Per maggiori informazioni: “Che cos’è e a cosa serve l’Acido Ialuronico?”.
  • Il costo è decisamente inferiore alla chirurgia, ma bisogna considerare la reiterazione nel tempo.

Letta la breve descrizione, sembrerebbe la soluzione perfetta.  Tuttavia, per quanto capace di dare ottimi risultati, ha anche vari limiti dovuti proprio al principio primo del trattamento: il dare volume. Cosa che, in una parte dei pazienti, risulterebbe già essere il problema. Come ti spiego nel prossimo paragrafo.

Per chi è adatto

Rifarsi il naso con il filler è possibile solo per coloro che:

  • hanno una punta bassa, ma che non sia troppo cadente o pesante.
  • La gobbetta sia appena accennata.
    • In questo caso dare un pò di volume prima e dopo la gobbetta aiuta a livellare il dorso facendo sparire il difetto.
  • Presentano il naso infossato all’altezza del dorso e della radice ( area tra gli occhi, per intenderci).
  • Il volume nasale complessivo sia piccolo o moderato.

Sono da considerarsi inadatti:

  • sicuramente tutti coloro che hanno anche problemi funzionali. In questo caso solo la Rinosettoplastica potrebbe essere la risposta.
  • Chi avesse già un naso grande complessivamente, laddove addizionare volume non potrebbe che  peggiorare la situazione.
  • I casi di punta grossa con pelle spessa e, quindi, pesante. Situazione che puoi approfondire leggendo: “Rinofiller e punta del naso grossa: tutti i miei consigli”.
  • Le “gobbette” molto pronunciate.

Se pensi di essere un papabile candidato per la rinoplastica non chirurgica, magari ti interesserà qualche consiglio, ti lascio allora alla lettura di: “Rinoplastica non chirurgica: 3 consigli per il trattamento”.

Conclusione su come rifarsi il naso

Rifarsi il naso con il filler è sicuramente possibile, con risultati piacevoli e immediati. Se si rientra nella cerchia di persone con difetti moderati e un naso che non sia troppo abbondante.

Al contrario, ci si trova davanti ad un bivio: accettarsi o accettare l’idea di una chirurgia. Infondo, tutto quello che blocca i pazienti verso una Rinoplastica sono per lo più leggende metropolitane, più o meno consolidate nel tempo. Per capirci un poco di più ti rimando a: “Quanto è doloroso rifarsi il naso? Tutte le verità sulla rinoplastica”.

Vorrei inoltre segnalarti il mio articolo: “Interventi Chirurgici al Naso: il punto della situazione”  dove potrai trovare tutte le possibili soluzioni ad un naso insoddisfacente.

In ultimo, se il tuo naso non ti piace e vorresti capire quale sia il percorso più adatto per te, ti invito a contattarmi per un consulto personalizzato.

Condividi

Copia il Link

Copia