Milano | Parma | London    +39 3404508274   

post-obesita

Dimagrire con la chirurgia estetica

Dimagrire è un obiettivo di molti. Tuttavia farlo senza curare l’alimentazione ed una regolare attività fisica, rischia di rimanere un un desiderio o un sogno irrealizzato. Ottenerlo con una pillola, una bevanda mentre si rimane tranquillamente sul divano, lo stesso.

Stabilito questo, può invece la chirurgia estetica farti dimagrire? O ancora, può la chirurgia estetica avere un ruolo dopo un dimagrimento?

Cosa significa dimagrire?

Inizierei col dire che talvolta la parola “dimagrire” è usata in modo scorretto. Per molti dimagrire non è altro che perdere peso, ovvero veder scendere il numero che appare sullo schermo della bilancia.

Concettualmente la cosa potrebbe sembrare corretta, ma non è sufficiente al fine di un fisico in salute. Certamente i grandi obesi, inizialmente, possono puntare solo a quello.  Tuttavia la maggior parte delle persone deve mirare piuttosto ad una ricomposizione corporea.

Dimagrire in salute significa cambiare il rapporto tra massa grassa e massa magra. Diminuire la prima dando forma alla seconda. E ciò non comporta necessariamente una significativa perdita di peso, soprattutto all’inizio.  Il muscolo a parità di volume pesa più del grasso.

Per farlo i capisaldi sono due:

  • dieta sana ed efficace.
    • Niente restrizioni che siano eccessive. Il cibo è il carburante del nostro corpo. Meno ne immettiamo, meno ci muoviamo poichè l’energia a disposizione scema inevitabilmente. In realtà esagerare nelle restrizioni caloriche può porre le basi per un più rapido incremento di peso successivamente.
    • Privilegiare la qualità alla quantità. Non tutta la benzina è uguale. Migliori  saranno i nutrienti che ingeriamo, più efficace sarà la ridefinizione corporea. Caratterizzata da meno massa magra persa. Sì perchè avere un muscolo tonico è meglio che essere  “pelle e ossa”. Esteticamente, ma soprattutto salutisticamente.
    • Ricordarsi di bere. Noi siamo per il 75% costituiti da acqua. La dobbiamo reintegrare costantemente per permettere alla “nostra macchina corporea” di funzionare e rimanere in equilibrio.
  • Movimento, senza entrare troppo nel dettaglio.
    • Muoversi è una necessità fisiologica che consente all’uomo di dare libero sfogo al suo essere vivo.
    • Siamo dotati di un apparato muscolo-scheletrico che rappresenta circa il 70% della massa corporea generale. Si può ben dire che siamo settati per essere attivi muovendoci.
    • Agli inizi  l’attività fisica era legata alla sopravvivenza. L’uomo si muoveva per procacciarsi cibo.
    • Oggi purtroppo “la comodità” della nostra epoca predomina. Il tutto, subito e possibilmente a casa è una esigenza quasi irrinunciabile. Sicuramente ha fatto perdere molto la necessità di muoversi. Come ovvia conseguenza si ha la netta diminuzione di gente che trova spazio e tempo per farlo e rinforzare il proprio corpo.
    • Idealmente invece tutti i giorni ci si dovrebbe ritagliare spazio per l’attività fisica. O perlomeno sfruttare al meglio le opportunità che la vita quotidiana ci offre per muoverci.

Dimagrire con la chirurgia estetica

Molte/i pazienti che mi contattano lo fanno proprio per chiedermi un aiuto a perdere i chili di troppo o eventuali inestetismi a questi legati.

Posso aiutarle/i? Certamente. Ma non posso fare tutto il lavoro. Se non vi è un cambio netto nel modo in cui si vive, qualsiasi beneficio ottenuto con la chirurgia verrebbe compromesso.

La Liposuzione

Quando si parla di dimagrire con la chirurgia estetica, solitamente ci si riferisce alla Liposuzione. Ovvero all’aspirazione del grasso tramite cannule.

Si può fare, ma solo ad alcune condizioni.

  1. Non deve essere inteso come il sostitutivo in toto della dieta e/o dell’attività fisica. Piuttosto:
    1. Il trampolino di lancio per ottenere i risultati sperati.
      • A volte chi è in sovrappeso, si vede e si sente goffo. Iniziare un’attività fisica risulta fisicamente e psicologicamente difficile. Pur rimanendo la via che si dovrà percorrere.
      • Non vedendo subito i risultati di una dieta corretta, la spinta a demordere può essere difficile da superare. Purtroppo ci vuole tempo, soprattutto se vogliamo mantenere il giusto rapporto massa magra/massa grassa.
      • In questi casi eliminare chirurgicamente dei volumi da 1 o 2 aree ben selezionate,  può far assumere una forma migliore e incentivare il raggiungimento del risultato.
    2. La “ciliegina sulla torta”. Si è intrapreso con successo il cammino contro i chili di troppo. Rimangono gli ultimi difetti o i punti critici, più difficili da correggere altrimenti. Il risultato della liposuzione in questi casi è molto gratificante. E’ questo uno tra gli esempi di chirurgia estetica dopo dimagrimento.
  2. Essere coscienti che, raggiunti i risultati, non si è che all’inizio di un percorso. Uno stile di vita corretto deve continuare e diventare il tuo “modus vivendi”.
    • Nella parte trattata le cellule adipose rimaste avranno maggiore difficoltà creare un nuovo aumento di volume, ma  a patto di aiutare il corpo affinchè ciò non avvenga. In altre parole, se si torna alle vecchie abitudini, ci si predisporrà per ingrassare di nuovo. Inevitabilmente.

Parlando di dimagrimento e ancor più di liposuzione, si tende a pensare che siano per lo più le donne ad avere questa esigenza. Invece anche agli uomini piace dimagrire con la chirurgia estetica. Tant’è che chirurgie una volta eseguite di rado, sono oggi più frequenti e meglio conosciute. Un esempio, che pure ha a che fare col dimagrimento, è la Ginecomastia. Te ne parlo meglio qui:“Il seno negli uomini: la ginecomastia“.

Un altro interessante articolo dedicato “al sesso forte” e alle sue aree critiche che ti consiglio è: “Maniglie dell’amore nell’uomo: come eliminarle definitivamente?”.

L’Addominoplastica e le Chirurgie post- obesità

L’altra chirurgia estetica che nel pensiero comune “fa dimagrire” è l’Addominoplastica e tutte quelle chirurgie che mirano a ridefinire il contorno corporeo. Più comunemente:

Tale idea però è solo in piccola parte vera.

  • Il loro scopo primario è quello di eliminare la pelle in eccesso. Risultato di un veloce o più spesso importante perdita di peso.
  • La pelle è il contenitore in cui è contenuto il tessuto adiposo. Essa, incapace di seguirne la diminuzione negli importanti cali ponderali, rimane esuberante, spesso in modo molto visibile,  rispetto al nuovo, ridotto contenuto. Eliminarla provoca una certa perdita di peso, senza dubbio. Nondimeno ci agevola nel muoverci ed abbigliarci. Tuttavia il dimagrimento non è la sua finalità primaria. Lo è invece il miglioramento del contorno corporale.
  • Pertanto la definizione più appropriata e corretta delle chirurgie appena citate è quello di essere tutte forme di chirurgia estetica dopo dimagrimento. Non eseguite con la finalità di far dimagrire.

Entrambe le chirurgie: Liposuzione e Chirurgie post obesità, sono spesso abbinate fra loro per un risultato ottimale. Altre interessanti informazioni a riguardo le puoi trovare in: “Intervento di Lipoaspirazione vs Body Contouring”.

Conclusioni

La chirurgia estetica può essere posta in relazioni diverse rispetto al dimagrimento. Può certamente aiutarlo in alcune fasi, come abbiamo visto.

Ancora più consistente è il suo aiuto quando invece un grosso dimagrimento è già avvenuto, causando una ridondanza di pelle diffusa in vari distretti corporei.

Se vuoi qualche informazione in più per eliminare i tuoi difetti più ostinati: “Scopri l’intervento di Lipoaspirazione!”.

Se preferisci invece un consulto personalizzato, contattami, sarò felice di trovare con te la soluzione al tuo disagio.

Condividi

Copia il Link

Copia