Milano | Parma | London    +39 3404508274   

post-obesita

Una panoramica sull’intervento di Lifting alle braccia

Ad oggi ancora molti considerano la chirurgia estetica un mero sfizio. E un aiuto in negativo in questo senso ce lo danno i media dove si vedono molti esempi di chirurgia esagerata ed effimera. Spinti ovviamente dalla comprensibile necessità di offrire all’utenza qualche cosa che possa fare discutere. O almeno attirare l’attenzione. Ma questo non rappresenta certamente la normalità.

Quello che vedo giornalmente è qualche cosa di diverso. In genere coloro che cercano la figura del chirurgo estetico lo fa per eliminare un difetto reale o per rimediare agli esiti di un trauma. Quindi  per sentirsi meglio con se stessi e nell’interagire con gli altri. Sono invece la netta minoranza quelli mirano ad un miglioramento eccessivo e superfluo.

Un esempio di come la chirurgia estetica possa essere anche funzionale è dato dalla chirurgia post obesità.

Chi perde molto peso, spesso evidenzia in tutto il corpo un eccesso di pelle poichè viene a mancare in breve tempo un importante volume di grasso che le dava forma, tenendola in tensione. Venendo a mancare tale volume la pelle risulta essere tipicamente ridondante. Sto parlando di cali ponderali di 30-40 kg o più nel giro di qualche mese.

Solitamente nessuna parte del corpo ne è risparmiata. In questa sede vorrei trattare quello che succede alle braccia in tali situazioni e come la chirurgia possa venire incontro. Mi riferisco all’intervento di  Brachioplastica o Lifting alle braccia.

Quando si perde molto peso…

La chirurgia, o per meglio dire, le chirurgie post obesità sono varie ed interessano tutto il corpo. Non tutti i pazienti hanno la stessa predisposizione a perdere tonicità. E non tutti necessariamente nelle stesse aree. Nello specifico gli interventi più tipici di questo genere sono:

Ognuna di queste chirurgie può essere eseguita da sola od in combinazione.

Chirurgia post obesità: Lifting alle braccia…

La brachioplastica o lifting delle braccia, si occupa di ridefinire il contorno del braccio e ridonare quindi una forma e dimensione più congrua. Infatti elimina l’effetto “tendina” o “pipistrello”, sovente molto ovvio in chi perde molto peso rapidamente.

Tale inestetismo può anche essere dovuto, seppur in minore entità, al fisiologico processo di invecchiamento. E quindi alla inevitabile atonia ed atrofia muscolo-cutanea.

… per chi?

  • I pazienti tipo sono uomini e donne indistintamente, che hanno avuto un significativo calo ponderale.
  • Può aiutare anche pazienti con obesità localizzata o lipodistrofia delle braccia. In questo caso è eseguito in combinazione ad una liposuzione.
  • Per soggetti in cui  l’eccesso cutaneo è una semplice conseguenza dell’ invecchiamento.
  • E’ una chirurgia senza età quindi. Si va tranquillamente dai ventenni agli over 70.

… ci sono rischi e complicanze?

  • Il lifting delle braccia è una chirurgia particolare per tre fattori principali:
    1. La pelle in quest’area (parte interna del braccio) è molto sottile.
    2. E’ una zona in costante movimento.
    3. Nella parte più alta si estende dentro il cavo ascellare (regione a contaminazione batterica più alta)
  • Ci possono essere quindi le complicanze proprie di ogni procedura chirurgica. Tuttavia avere infezioni della ferita nell’ascella tende ad essere un poco più frequente. Inoltre la cicatrice in una pelle sottoposta a continue trazioni durante il movimento, ancora di più se sottile, ha più probabilità ad allargarsi. Pertanto la cicatrizzazione in questa area è in media peggiore che in altre aree corporee.
  • Può occasionalmente verificarsi un’alterazione transitoria della sensibilità della cute dell’arto superiore. Non dura comunque più di qualche settimana.
  • Appena dopo l’intervento e per qualche giorno/settimana sono comuni dei gonfiori alle mani.

… cosa guarda il chirurgo?

  • Il lifting alle braccia è un intervento personalizzato. Bisogna quindi fare una buona valutazione preventiva di:
    • alterazioni estetiche e funzionali,
    • qualità della cute,
    • grado di lassità cutanea,
    • quantità di tessuto adiposo in eccesso grazie al “Pinch Test”.
  • In ultimo vanno controllate le condizioni generali di salute del paziente per individuare condizioni che potrebbero essere pericolose in fase chirurgica.
    • pressione alta,
    • diabete,
    • problemi di coagulazione,
    • storia di pessima cicatrizzazione.

… cosa comporta?

  • Il lifting alle braccia viene eseguita più spesso in anestesia loco-regionale con sedazione ed in day-hospital.
  • Ha una durata tra circa 2 ore.
  • Si prefigge di riproporzionare la parte alta del braccio con l’escissione di pelle e grasso in eccesso.
    • Il taglio, e dunque la cicatrice, viene fatta nella piega bicipitale e ascellare, a volte in posizione ancora più arretrata.
    • Qualora il problema fosse solo l’adipe, e la pelle presentasse un buon grado di elasticità, potrebbe non esserci alcuna incisione poichè si procederebbe solamente con la liposuzione. Se vuoi documentarti anche su questa possibilità: “Scopri tutto sulla Liposuzione”.
  • Nell’immediato post operatorio si consiglia di tenere le braccia abbastanza rialzate.
  • Può presentarsi un pò di edema, ma si risolve in un paio di settimane. Possibili anche ecchimosi, infezioni e cicatrici cheloidee.
  • Le cicatrici, come detto, si estendono dal cavo ascellare alla piega del gomito, nella parte interne del braccio. Rappresentano un poco il punto debole di questa chirurgia poichè sono difficilmente nascondibili con abbigliamenti estivi o balneari.
  • Dopo la prima settimana si potrà tornare ad un lavoro sedentario e non impegnativo fisicamente.
  • Dopo l’ottava settimana si potranno reiniziare le attività sportive che coinvolgano le braccia.
  • Il risultato si vede già dalle prime settimane ma sarà definitivo dopo 6 mesi. La cicatrice impiega invece 12 mesi ad assestarsi.

… in conclusione

  • Il lifting alle braccia  è una chirurgia che piuttosto comunemente è parte di un progetto più ampio che si prefigge di ridefinire l’intero profilo corporeo a seguito di un calo ponderale importante.
  • Nonostante l’area limitata di intervento implica una cicatrice estesa, ma anche un miglioramento significativo nel quotidiano. Dalla possibilità di avere una scelta più ampia con l’abbigliamento, all’eliminazione della fastidiosa frizione tra torace e pelle del braccio.

Se sei interessata/o a migliorare il tuo corpo dopo un forte dimagrimento: “Scopri tutto sulla chirurgia post obesità”. Oppure contattami pe un consulto personalizzato.

 

Condividi

Copia il Link

Copia