Milano | Parma | London    +39 3404508274   

approcci-chirurgici-img-articolo

Avvallamenti dopo una Liposuzione? Come correggere i danni

La Liposuzione è una delle chirurgie maggiormente richieste da entrambi i sessi. Purtroppo anche una delle più fraintese. Le si riconoscono poteri che in realtà non ha.

Queste esagerate pretese sono comunque ben supportate da proposte di risultati inimmaginabili fino a pochi anni fa in quanto a definizione e cura del dettaglio. La realtà però ci insegna continuamente che più si insiste nel ridurre al minimo il grasso sottocutaneo a disegnare i muscoli sottostanti e più facile è creare irregolarità e aderenze cutanee non volute: insomma i classici danni post liposuzione. Possibili anche nel caso di liposuzioni meno aggressive comunque. Pur con minor frequenza. Penso sia importante che questo concetto sia ben chiaro a chi vuole sottoporsi a questo intervento.

Quando parliamo di danni da liposuzione, i più comuni sono senza dubbio i non voluti  avvallamenti nella parte trattata. Qui vorrei capire con te perchè si formano, se e come si possono risolvere.

Cos’è e come avviene la Liposuzione?

  • La Liposuzione è una chirurgia pensata per eliminare adipe localizzata in uno o più distretti corporei. Quando l’ottimizzazione riguarda diverse aree ad ottenere un equilibrio d’insieme spesso si parla di body contouring. Se vuoi approfondire:“Intervento di Lipoaspirazione vs Body Contouring”.
    • Non ho quindi parlato di dimagrimento, e su questo vorrei fare qualche ulteriore precisazione.
      • Può e deve essere la fine di un percorso di miglioramento generale, ma non è mai il percorso in sè.
      • Può, più di rado, essere l’input per iniziare un percorso di miglioramento. Vedere i primi risultati, spesso riesce a far superare l’impasse di dover iniziare una vita sana.
      • Non è mai il sostituto di dieta e/o palestra. Piuttosto un valido aiuto per quei distretti corporali dove non si riesce a raggiungere l’obbiettivo prefissato nemmeno con corretta nutrizione e movimento.
  • Esistono diverse tecniche per raggiungere questo obiettivo. Tutte hanno in comune l’ utilizzo di cannule per aspirare il grasso in eccesso. Se volessi avere una panoramica delle varianti di questa chirurgia, potresti leggere: “Lipoaspirazione e Liposuzione tumescente: quali sono le differenze?”.
  • In ogni variabile le cannule vengono inserite nell’area da trattare mediante piccole incisioni di 3/5 mm.
    • Una volta eseguita la chirurgia queste verranno chiuse con un semplice punto.
    • Saranno le uniche cicatrici di questa chirurgia. In realtà difficilmente si vedranno ancora una volta guarite, sia per dimensione che per posizione. Il chirurgo tende a scegliere, nei limiti del possibile, aree appositamente nascoste per incidere.
  • Al termine della chirurgia viene applicata una guaina contenitiva al paziente.

Vediamo ora, perchè si possono creare degli avvallamenti dopo la Liposuzione?

E’ questa una chirurgia che dà ottimi risultati, ma deve essere fatta seguendo alcune regole onde evitare quelli che comunemente vengono definiti danni da liposuzione”: ti sto parlando in particolare degli avvallamenti che possono esserci dopo. 

  • La principale è dosare quanta adipe prelevare. Quando si esagera nella quantità, si può incorrere in conseguenze anche abbastanza gravi.
    • Una può essere un eccesso di pelle causato da uno svuotamente esagerato che l’epidermide non riesce ad assecondare. Ti parlo come risolverlo in: “Pelle cadente dopo la liposuzione: cosa fare?”.
    • Un’altra sono appunto gli antiestetici avvallamenti che si creano dopo la liposuzione.
      • La causa principale è il tentativo di eliminare troppo volume, magari con l’intenzione di scoprire i muscoli per apparire più tonici. Cosa che in realtà non è semplice  ottenere se prima non si è passato del tempo allenandosi per dare volume alla  muscolatura che si vuole mettere in risalto. Mettere in risalto una muscolatura atonica è impresa ancora più ardua.
      • Altre volte sono possibili anche con liposuzioni meno aggressive ma eseguite non in modo uniforme.

Come risolvere?

  •  Come sempre la cosa migliore è scegliere un chirurgo che ponga questo intervento tra quelli che esegue più frequentemente. Che tenda a soddisfare le richieste del paziente, ma che anche sappia porre freno alle richieste troppo ambiziose. Qualche semplice regola per fare la scelta giusta? Li trovi qui: “Come scegliere il chirurgo plastico? I 5 fattori da considerare”.
  • Se però tali avvallamenti post liposuzione si sono verificati, si può solo correre ai ripari.  Le strade sono sostanzialmente due:
    1. Liposuzione attorno alla o alle depressioni per “livellare” la parte. Sempre che questo sia possibile.
    2. Lipofilling nell’affossamento per colmare la visibile depressione. E’ importante eseguirlo quando il tessuto cicatriziale che causa la retrazione si sia adeguatamente ammorbidito. Quindi non prima di 8-12 mesi dopo il precedente intervento.

La Liposuzione, come qualsiasi chirurgia del resto,  deve essere fatta da un chirurgo che sappia trovare l’esatto compromesso tra cosa vuole il paziente e cosa è realmente possibile fare per ottenere un risultato soddisfacente e duraturo. E magari sappia anche darti qualche indicazione su come comportarti dopo. Se vuoi, puoi già trovare qualche consiglio qui:“3 Consigli su cosa fare dopo una Liposuzione per non ingrassare”.

Se senti che questa chirurgia sia la soluzione adatta a te, ma volessi ancora qualche informazione:“Scopri l’intervento di Lipoaspirazione!”.

Se invece hai già  intenzione di valutare le tue necessità con uno specialista, contattami, metterò al tuo servizio tutta la mia esperienza.

Condividi

Copia il Link

Copia