Milano | Parma | London    +39 3404508274   

intro-addominoplastica-img-articolo

3 consigli per la Liposuzione Addome per Uomo

Quando si parla di chirurgia estetica del contorno corporale maschile ci si riferisce in particolare all’addome.

La circonferenza addominale è infatti la misurazione singola sulla quale viene posta più attenzione quando si vuole ritornare in forma. L’indice che attesti o meno la bontà del cammino intrapreso in questo senso. Tutto ciò magari per prepararsi semplicemente alla nuova stagione estiva.

La liposuzione dell’addome nell’uomo è senza dubbio l’intervento che più di tutti potrebbe aiutare a risolvere il problema. In questo articolo vorrei darti 3 consigli inerenti a questo trattamento specifico.

 Alcuni cenni sull’intervento

Prima di entrare nello specifico delle liposuzione dell’addome nell’uomo, inizierei da alcune nozioni generiche.

  • Essa consiste nella riduzione del grasso sottocutaneo tramite aspirazione con una sottile cannula metallica.
  • Il tutto reso possibile da un apposito apparecchio capace di creare una pressione negativa.
  • È potenzialmente applicabile a quasi tutte le aree corporee dove ci sia un ispessimento dello strato adiposo sottocutaneo.
  • A meno di liposuzioni di grossa portata in termini di quantità, si può gestire tutto in regime di day hospital.
  • Nelle aree trattate ci saranno dei lividi per qualche settimana e gonfiori per qualche mese, a risolversi progressivamente.
  • Sono consigliate quindi delle guaine compressive nelle prime settimane.
  • Il risultato è dipendente dalla capacità della pelle di retrarsi successivamente. E tale capacità è in relazione stretta con l’elasticità cutanea.

Addome maschile

Un addome pronunciato in un uomo può talvolta essere causa di disagio, tale da influenzarne i comportamenti nel suo vivere sociale. Non tutti i casi però sono uguali. Classificherei tre tipologie di addome maschile:

  1. caratterizzato da incremento di grasso sottocutaneo, più ovvio nell’area infraddominale. Molto spesso è correlato ad un aumento concomitante del volume dei fianchi (maniglie dell’amore), a determinare una significativa circonferenza sottoombelicale. Su questo punto ti consiglio di leggere anche: “Maniglie dell’amore nell’uomo: come eliminarle definitivamente?”e “Come funziona la Liposuzione Fianchi per Uomo”.
  2. Altre volte l’addome è prominente anche per un accumulo di grasso sottocutaneo. Ma l’aspetto che più prende l’occhio è la ridondanza di pelle. Tipica situazione di chi ha perso molto peso.
  3. La terza tipologia di addome maschile è abbastanza comune. E’ quell’addome molto pronunciato, che appare gonfio, duro al tatto. Caratterizzato da un aumento del grasso viscerale, cioè interno alla cavità addominale.

Nel prossimo paragrafo vedrai che l’approccio deve essere diverso per ognuno delle tre tipologie.

Tre possibili livelli di intervento

Benchè la liposuzione dell’addome sia quello a cui gli uomini pensano quando si rivolgono al chirurgo estetico, non è sempre la risposta giusta al problema.

  1. Essa è idonea sicuramente quando ci troviamo nel primo caso menzionato poc’anzi. Per gli uomini in questo gruppo la liposuzione è sicuramente consigliabile. Deve prevedere pero’ un adeguamento dello stile di vita successivamente. Altrimenti parte del grasso potrebbe tornare nel tempo, se ci si lasciasse andare. Qui trovi: “3 Consigli su cosa fare dopo una Liposuzione per non ingrassare”. La sola condizione è che la qualità della pelle sia sufficientemente buona. In caso contrario non sarebbe in grado di retrarsi adeguatamente e si rischierebbe di generare un’eccesso di pelle, a sua volta antiestetico. Diciamo che, in genere, fino ai 40 anni non ci dovrebbero essere problemi. Sopra quell’età la situazione è da valutare caso per caso.
  2. Quando invece ci trovassimo nel secondo caso esposto, può essere che qualche forma di liposuzione sia proponibile ma solo a complemento di un’addominoplastica. Che iN quel caso è l’intervento principale da prendere in considerazione.
  3. Nell’ ultimo e comune scenario invece il discorso da fare è un altro. Infatti, in genere,  il grasso sottocutaneo non è molto rappresentato. Anche per questo l’addome è duro al tatto. Ma soprattutto per l’importante presenza di grasso viscerale internamente a creare volume. IL quale deve suonare come un campanello d’allarme da non sottovalutare. Potendo essere correlata a problemi più seri quali diabete, dislipidemie, ipertensione per citarne alcuni. Il percorso da fare non è chirurgico ma medico in prima battuta. Per escludere altri problemi ben più seri che non siano il semplice aspetto fisico. Dopo di che una netta virata nel proprio stile di vita diventa necessaria. Intendendo con questo una cura dell’alimentazione e il quotidiano esercizio fisico fatto con perseveranza. Oppure, se il volume fosse veramente eccessivo, da valutare anche la possibilità di chirurgie bariatriche, atte a diminuire in modo sostanziale l’introduzione e assorbimento di cibi.

Ricapitolando

Hai ormai capito che non sempre l’addome dell’uomo, pur abbondante, è adatto a una liposuzione. La visita preliminare per stabilirlo è quindi fondamentale. A volte infatti è meglio procedere con un’addominoplastica. Altre volte l’approccio migliore passa prima attraverso un approfondimento dello stato di salute per escludere eventuali altre patologie concomitanti.

Per fare maggiore chiarezza sulle due chirurgie principe per l’addome measchile:“Scopri l’intervento di Addominoplastica!” e “Scopri l’intervento di Lipoaspirazione!”.

Oppure vieni a parlare con me, ti indicherò il giusto percorso per il tuo caso specifico.

 

Condividi

Copia il Link

Copia