Milano | Parma | London    +39 3404508274   

mastoplastica-riduttiva-img

Lifting al seno: i consigli indispensabili 

Hai un seno svuotato o cadente? Quello che ti serve è un lifting al seno o mastopessi. In sostanza un risollevamento e riproporzionamento del seno che può essere eseguito con o senza protesi.

Lifting al seno: a che età?

Come per qualsiasi intervento, ti consiglio di attendere la maggiore età. Genericamente si pensa che il lifting al seno sia indicato solo per donne in là con gli anni che hanno subito un cedimento e svuotamento. Purtroppo ti dico che esistono anche altre motivazioni oltre al passare del tempo. Per esempio una gravidanza ed allattamento successivo. Dunque non mi è raro avere anche ragazze giovani come pazienti.

Lifting al seno: come prepararsi?

Per migliorare il tuo seno, questo dovrà inevitabilmente cambiare forma e, a volte, dimensione. Un consiglio che ti posso dare è di cercare foto di donne che hanno già fatto la chirurgia, in modo da poter capire come il cambiamento avviene. Ora che hai capito il percorso, adattalo al tuo caso, immaginando quello che vorresti essere il risultato finale. Sarà da questa idea che inizieremo a comporre il nostro percorso.

Lifting al seno: con o senza protesi?

Se stai pensando ad un lifting al seno, è perchè il tuo ormai non ti piace più. Solitamente ciò che ti crea problemi è lo stato cadente e svuotato e spesso lo stato disastroso della pelle. Il mio compito sarà rimodellarlo alzandolo. Tuttavia devi sapere che la qualità della pelle non può essere cambiata. Pertanto rimarrà con le sue attuali caratteristiche, cioè meno elastica e resistente.

Compreso questo importante concetto, avrai tempo per pensare se preferisci un risultato meno appariscente e più duraturo ma senza il peso aggiuntivo dato dalla protesi. Sacrificheresti un pò le dimensioni, ma eviteresti di sottoporre ad ulteriore stress la pelle già delicata. Io te lo consiglio vivamente.

Oppure, se per te il volume è importante, l’uso delle protesi diventa necessario.

Ora, un buon chirurgo non ti consiglierà mai protesi grandi nell’ eseguire tale chirurgia. Tuttavia queste, anche se ridotte, sono pur sempre un peso aggiuntivo al seno che hai già, andando a stressare comunque la pelle che le deve sostenere. In altre parole, un rialzamento del seno con delle protesi significa anche un risultato meno duraturo.

Lifting al seno: quali cicatrici avrai?

Come per tutte le chirurgie, l’estensione delle cicatrici è in proporzione al tipo di correzione effettuata.

Si va da una forma moderata di mastopessi in cui le cicatrici sono solo intorno all’areola, fino ad una mastopessi più estesa, che lascerà anche delle cicatrici nella parte inferiore del seno.

Lifting al seno: com’è il post-operatorio?

Anche se il cambiamento sarà importante, la guarigione necessita di poche regole. Seguile e il risultato sarà perfetto.

Tornerai a casa il giorno stesso della chirurgia, senza drenaggi e con sole semplici fasce elastiche, che terrai per una settimana e che ti permettono una compressione uniforme sul seno.

Passato questo primo periodo passerai ad un reggiseno morbido e contenitivo per un paio di mesi. Il reggiseno dovrà rimanere un fedele alleato per sempre, soprattutto se avrai optato per le protesi.

Potrai tornare alla tua quotidianità già dopo 5-10 giorni, ovviamente senza strafare.

Per lo sport ti consiglio di attendere un paio di mesi, potrai iniziare un pò prima se non solleciti la parte superiore. Ti consiglio però di muoverti sin da subito.

 

Condividi

Copia il Link

Copia