Milano | Parma | London    +39 3404508274   

Come dormire dopo una Mastoplastica: posizione perfetta e risveglio

La Mastoplastica, ovvero gli interventi al seno, sono tra, se non i più richiesti dal mondo femminile.

Tutte le pazienti però tendono ad avere mille domande sulla chirurgia in sè, cosa peraltro comprensibile. Si focalizzano su come vorrebbero il nuovo seno. Più raramente ci si focalizza nel postoperatorio.

Il quale ha un valore rilevante potendo, se non fatto nel modo corretto, compromettere il lavoro fatto in sala chirurgica. In particolare, uno degli aspetti che caratterizzano i primi giorni e settimane è come dormire dopo mastoplastica

Breve cenno all’intervento

Col termine Mastoplastica si intende la chirurgia plastica del seno, in tutte le sue varianti.

Quando una donna è insoddisfatta del proprio seno, può avere sostanzialmente tre richieste:

  1. Aumentarne il volume con la Mastoplastica additiva.
  2. Ridurne il volume, vale a dire la Mastoplastica Riduttiva.
  3. Rialzarlo sottoponendosi alla Mastopessi.
    • Essa viene in soccorso a quelle donne che hanno una ptosi mammaria (seno cadente) più o meno importante. Riposiziona il seno più in alto, a volte a discapito di un pò di volume. Tuttavia può essere eseguita anche con l’ulteriore ausilio delle  protesi. Qui trovi le mie considerazioni su entrambe le varianti: “Mastopessi con protesi o senza protesi? I pro e i contro”.

Le regole per un bel seno… dormendo

Sottoporsi a una Mastoplastica, come per qualsiasi altra chirurgia, pone il nostro corpo in una situazione “nuova” a cui si deve abituare per recuperare il proprio equilibrio.

Inoltre quando dormiamo non siamo coscienti e dunque tutte le accortezze che possiamo avere di giorno, di notte non possono essere garantite. Dobbiamo però fare in modo che lo siano, perchè  i primi giorni e settimane potrebbero influire sul risultato finale.

Le cose che vanno tutelate sono:

  1. La formazione di minor edema ed ecchimosi possibile.
  2. La guarigione ottimale delle cicatrici affinchè risultino il meno visibile possibile.
  3. Se ci sono protesi, il loro corretto posizionamento e assestamento.

Vediamo quindi le “regole auree” e i consigli su come dormire dopo la Mastoplastica.

  1. Utilizzare almeno per il primo mese un reggiseno che sia comodo ma ben contenitivo.
    • Se avessi le protesi, questo ne favorirebbe il corretto assestamento.
    • In ogni caso garantiresti alle cicatrici di subire meno trazioni.
    • Già in sala operatoria ti verranno messe delle fasce compressive che ti accompagneranno durante la prima settimana. Avrai anche un reggiseno contenitivo per tutto il primo mese, giorno e notte. Per approfondire l’importanza di questo indumento: “Reggiseno post mastoplastica, per quanto tempo utilizzarlo?”.
  2. Dormire sulla schiena ed evitare di voltarsi su di un lato, nei limiti del possibile. Molto utile potrebbe essere il crearsi due sponde con dei cuscini che rendano più difficoltoso il girarsi sui lati.
    • Nel caso di utilizzo di protesi, non si è ancora creata la naturale capsula periprotesica e potrebbe avverarsi un ampliamento della tasca tessutale con un conseguente dislocamento della protesi successivamente.
    • In questo momento le cicatrici sono ancora fresche è quindi necessario porre la minor tensione possibile per evitare che si allarghi la cicatrice in seguito.
  3. Dormire supini invece è vietato almeno per 6-8 settimane. Sarebbe comunque una abitudine di cercare di perdere in assoluto, se si hanno delle protesi.
  4. Tenere la parte superiore del corpo sollevata nelle prime 24-48 ore. Bastano un paio di cuscini o una poltrona reclinabile.
    • Si limitano molto gonfiori e lividi evitando la pressione sanguigna nella zona.
    • Si facilita anche la mobilità nell’alzarsi dal letto.
  5. Evitare tutto ciò che può disturbare il sonno rendendo irrequieti o insonni.
    • Un “no” deciso ad alcool e caffeina.
    • Inoltre nei primi giorni  ti muoverai sicuramente meno, quindi riequilibra il tuo stile di vita, soprattutto alimentare, in modo che si adatti alla nuova spesa calorica.
  6. Sfrutta il risveglio e le prime ore del mattino per fare esercizi graduali per il movimento delle braccia. Inizialmente muoverle potrebbe essere doloroso e limitato, ma è solo muovendole che ridurrai più precocemente tale dolorabilità.
    • Inizierai con semplici esercizi per poi aumentare sforzo e tempistiche sino a recuperarne il pieno utilizzo in una settimana.

Conclusioni sul come dormire dopo una Mastoplastica

Tutto sommato qualche regola da seguire in più non è nulla, se può aiutare a garantire il seno che si desidera. Soprattutto poi se per un tempo limitato.

Se ti interessassero altri aspetti del post operatorio della Mastoplastica additiva, ti consiglirei: “Scopri tutto sulla Mastoplastica”.

Per informazioni più dettagliate o personalizzate, contattami studieremo insieme il tuo percorso.

Condividi

Copia il Link

Copia