Milano | Parma | London    +39 3404508274   

intro-lifting-img-articolo

Quali alternative al Lifting del Viso sono davvero efficaci

Non è certo un segreto che l’uomo da sempre cerca “La fonte dell’eterna giovinezza”. Sorgente di leggende e simbolo d’immortalità, essa appare nella mitologia classica di molte culture.

Rimanere giovani e belli è quindi un desiderio che accompagna ed ha accompagnato il genere umano nei secoli. Ed oggi, grazie alla chirurgia estetica, può in parte essere esaudito.

La chirurgia che maggiormente rende la “magia” dell’eterna giovinezza è il Lifting del viso. Ma non tutti sono pronti ad una chirurgia.

In questo articolo vorrei analizzare quali siano le alternative al Lifting al viso.

Quali alternative al lifting del viso sono davvero efficaci

Per capire cosa può essere utile per ringiovanire un viso segnato dal tempo bisogna analizzare alcune variabili. Le principali sono:

  1. Età. Ovviamente i diversi trattamenti e/o chirurgie si riferiscono a diverse fasce d’età. Ciò che può risolvere un inestetismo a 30 anni, risulta magari poco efficace a 60 anni.
  2. Cambiamento desiderato: lieve o più marcato.  Temporaneo oppure di più lunga durata. Ci sono miglioramenti che possono essere fatti con dei trattamenti di medicina estetica e cambiamenti in cui è necessario il bisturi.
  3. Qualità della pelle. Fondamentale. Il chirurgo può eliminare e stendere la pelle flaccida, ma non può cambiarne  in modo significativo le caratteristiche. Una pelle che ha perso elasticità, avrà le stesse peculiarità anche dopo essere stata distesa chirurgicamente. Ciò significa che per casi in cui la pelle sia molto danneggiata, per età o cattive abitudini, non esiste, al momento, alcun rimedio sostanziale.
  4. DNA. Siamo tutti “settati” con combinazioni di potenzialità diverse. Ci sarà chi tende ad invecchiare prima in ogni caso. E quello che, pur facendo il contrario di ciò che bisognerebbe fare, avrà una buona qualità di pelle fino in tarda età. Ad oggi nulla possiamo fare per modificare questo aspetto. Quindi impegnamoci ad ottimizzare ciò che ci è stato dato.

Vediamo ora le alternative al Lifting Viso: le buone abitudini

  • La pelle è la prima parte del corpo che denuncia la nostra età, reale o presunta.
  • Generalmente la medicina e la chirurgia propongono, per un dato problema, diverse opzioni che possono portare risultati più o meno buoni.
  • Tuttavia  per avere un viso giovane a lungo, la prima regola è prendersene cura sin dai 20 anni, magari anche prima. E’ quindi la sua tutela la prima reale alternativa al Lifting viso.
  • Certo, è irrealistico sperare che instaurando delle nuove e virtuose abitudini si possano togliere gli anni dal viso. Ma si può sicuramente far in modo da lì in poi gli effetti del tempo passino più lentamente.
  • Quindi vale sempre la pena decidere di cambiare ed impegnarsi in piccole routine quotidiane, anche per chi non è stato diligente fin dalla giovinezza ed un poco di danni sono stati già fatti.

Seguire le poche regole che ti espongo ora può già garantirti un miglior invecchiamento.

  1. Prediligi cibi ricchi di antiossidanti e vitamine. La vera, potente difesa che abbiamo per rallentare gli effetti dell’invecchiamento, non solo della pelle. Senza stare a fare troppi calcoli o seguire necessariamente  le “teorie” alimentari più in auge, abbonda di mondo vegetale in ogni tuo pasto, possibilmente crudo in buona parte. E’ lì che si trovano questi preziosissimi alleati. Allontanati invece dai  i cibi processati in genere.
  2. Bevi molto almeno due litri d’acqua al giorno. Aiutati con tisane o centifughe. Una pelle disisdratata sembra visibilmente più invecchiata.
  3. Usa sempre la protezione solare. Non importa che sia un agosto assolato o un gennaio nevoso, i raggi solari ci sono che tu li veda o meno.
  4. Smetti di fumare. Il vero killer della nostra pelle, e non solo. Come è ben noto, il fumo è un vizio che ha ripercussioni su tutto il corpo. Ma in quanto a compromettere l’elasticità cutanea è un indisturbato campione.
  5. Aiutarti con la cosmesi. Usa con costanza creme idratanti e che apportino principi antiossidanti.
  6. Se sei una donna saprai bene che è buona norma struccarsi sempre. I danni che il make up non ripulito può avere su pelle e ciglia è veramente importante. Pori ostruiti, brufoli, irritazioni sono solo le conseguenze più comuni.

Altre preziose informazioni in: “Come ringiovanire la pelle del viso: ecco cosa devi sapere”.

Ecco i trattamenti estetici

Se conoscevi già tutte le regole elencate sopra, probabilmente la tua pelle sarà idratata e possibilmente elastica. Sempre compatibilmente alla tua età, ovviamente.

Detto questo, il tempo passa per tutti. Vediamo quindi tutte le possibilità che ti si aprono per ringiovanire il tuo viso.

Filler e Botox

  • Sono i trattamenti estetici più conosciuti.
  • Rappresentano il primo passo nel mondo della medicina estetica.
  • Sono indicati sia per prevenire gli inestetismi che per correggerli.
  • Risolvono rughe d’espressione rallentando il loro instaurarsi in modo definitivo (botox). Danno volume o livellano rughe e avvallamenti (filler).

Filler strutturali

  • Pur facendo parte sempre della famiglia dei filler, possono essere considerati come un passo successivo per come vengono usati.
  • Sono indicati per migliorare i primi inestetismi dovuti al cedimento strutturale dei muscoli e della pelle del viso. Quei cambiamenti, insomma, che modificano la forma del viso, iniziando intorno ai 40 anni e proseguendo poi.
  • Comunemente mirano a creare volume nell’area zigomatica e ridefiniscono la regione mandibolare.
  • Sono filler più densi e più duraturi.

I Fili di trazione

Sono fili, assorbibili e non, che mirano a simulare l’azione di sollevamento del lift.

Per questa ragione sono stati inizialmente proposti come essere la vera alternativa “non chirurgica” al lifting del viso.

Devo dire che erano molto più in voga fino a qualche tempo fa. Benchè ancora usati, hanno perso un poco della loro popolarità per via della scarsa durata dei risultati. Nonostante venissero presentati come avere una longevità ben più consistente di quello che si è poi dimostrato essere.

E’ questa la ragione per cui da qualche anno ormai ho smesso di usarli.

Comunque puoi trovare maggiori informazioni su questo trattamento in:“Lifting del viso: i fili di trazione”.

Un cenno al lifting del viso

Ovviamente il lifting del viso non è un’alternativa a se stesso, ma spesso la soluzione finale. Il mio approccio è quindi quello di considerare la chirurgia quando gli iniettabili di cui sopra iniziano a perdere la loro efficacia.

  • Paliamo di una chirurgia che può avere vari gradi di invasività.
  • Si va dal minilift a lifting del viso più invasivi che trattano completamente anche il collo, magari supportati ed ottimizzati anche dall’uso del grasso.
  • Come è facile intuire, una minor  invasività corrisponde ad una minor efficacia e durata.
  • Può essere fatto in day surgery (più spesso) o con una notte di degenza.
  • Il post operatorio è relativamente breve. In due-tre  settimane le ecchimosi e parte del gonfiore solitamente scompaiono permettendo un ritorno ad una normale vita sociale.
  • Può essere ottimale in una fascia d’età compresa trai 50 e i 60 anni. Ed anche più in là, ovviamente. Il risultato è però tanto meno longevo quanto meno elastica è la pelle. Per approfondire questo concetto:“A che età è consigliato il lifting al viso?”

Per concludere

La medicina estetica offre una gamma di trattamenti per ritardare il  lifting del viso.

Ognuno risolve una parte degli inestetismi che sono portati dal tempo. Per questo spesso si fanno interagire fra loro per un risultato migliore.

I trattamenti e lo stile di vita possono fare molto, ma si arriva ad un punto per cui solo la chirurgia può essere la soluzione.

 

Se ti vedi stanca/o o invecchiata/o e volessi approfondire la chirurgia:“Scopri l’intervento di Lifting Viso!” .

Se invece preferisci un consulto personalizzato, contattami, ti saprò indicare il percorso migliore.

 

Condividi

Copia il Link

Copia