Milano | Parma | London    +39 3404508274   

pelle-ringiovanire

Come ringiovanire la pelle del viso: ecco cosa devi sapere

Il viso è il nostro biglietto da visita e racconta la nostra storia, è la prima cosa che generalmente vede chi ci conosce per la prima volta. Ed è un libro aperto per chi ci conosce da tempo.

Purtroppo questa parte del corpo però è anche la prima a manifestare il passare del tempo: rughe, macchie, pelle che si rilassa e perde di tono; questo poiché soggetta a moltissime sollecitazioni da parte nostra, con le nostre abitudini più o meno giuste, e da parte degli agenti esterni, in primis inquinamento e fenomeni atmosferici.

Bastano in realtà poche piccole regole quotidiane per limitare in modo l’effetto negativo del tempo. Ecco quindi come ringiovanire la pelle del viso.

Come ringiovanire la pelle del viso: non è magia, ma semplici regole nel quotidiano

Dormire per far riposare anche la pelle del nostro viso

  • L’optimum sarebbe dormire almeno 7 ore e mezza a notte. Il sonno è un toccasana per tutto il corpo, ci permette di affrontare la giornata con più energia, e alla nostra pelle di rigenerarsi e mantenersi giovane e sana nel tempo.
  • Dormire poco o male, favorisce la produzione di cortisolo, l’ormone dello stress, e inibisce la produzione di collagene, proteina che mantiene la pelle liscia e soda. Il risultato risulta una pelle spenta, con piccole rughe e occhiaie.
  • Purtroppo dormire il necessario non è sempre semplice, perché spesso il lavoro, le abitudini sbagliate o anche la nostra mente, ce lo impediscono.
  • Se per alcune persone basterebbe riabituarsi a dedicare il giusto tempo al riposo, per altre, soprattutto con menti iperattive, è lo stesso corpo a non riuscire a rilassarsi, per questo esistono semplici rimedi, attività e sport che ci possono aiutare.

Una tisana per migliorare il riposo e mantenere giovane la pelle del viso

Sono moltissime le tisane che ci possono aiutare a migliorare il sonno andando ad agire sui fattori che lo disturbano, tra i più comuni stress, ansia e insonnia.

Le tisane più comuni  per combattere l’insonnia e permettere un rilassamento psico-fisico sono:

  • melissa,
  • valeriana,
  • verbena,
  • luppolo
  • e, ovviamente, camomilla.

Profumare la camera da letto per favorire il riposo e la rigenerazione della pelle del viso

Ottimo è tenere in camera un diffusore per ambienti o anche cospargere la federa del cuscino con qualche goccia di queste fragranze.

Le più comuni per eliminare ansia e stress: lavanda, rosa e gelsomino.

Il succo di ciliegia  in estate…

Il succo della ciliegia contiene la melatonina in quantità tale da riuscire a regolamentare il ritmo sonno/veglia.

Fare sport

Alcune discipline e l’attività fisica aerobica migliorano la qualità del sonno, oltre ad influenzare positivamente umore e carica vitale della persona che le praticano.

Gli sport conosciuti per rilassare mente e corpo sono:

Stretching. Lo stretching è l’attività per il rilassamento psico-fisico per antonomasia, il cui obiettivo principale è quello di recuperare l’elasticità del corpo prima e dopo un allenamento, ma anche come disciplina a se coordinando rilassamento muscolare e frequenza del respiro.

Yoga. Lo yoga è senza dubbio l’attività rilassante più diffusa….e più alla moda.

Taichi. Il taichi, nonostante molto più antico, non si è diffuso come lo yoga, ma apporta molti benefici alla persona che lo pratica attraverso movimenti lenti che mirano a sfruttare al massimo l’energia interna.

Pilates. Il pilates è una disciplina che si sta diffondendo con più insistenza negli ultimi anni. Si distingue dalle altre attività rilassanti poiché pone maggior enfasi sulla tonificazione muscolare.

In realtà qualsiasi sport aiuta a raggiungere lo scopo, purchè fatto con una certa intensità. A condizione poi di essere praticato entro l’ora di cena, in modo che il rilascio di adrenalina sia assorbito e non si sortisca l’effetto contrario.

Applicare con constanza una buona crema viso

Sembra banale, o forse scontato, ma non lo è. Scegliere la giusta crema permette di avere un alleato quotidiano sul come ringiovanire il viso.

Una buona crema viso deve avere un’azione mirata, in particolare deve essere ricca di:

Ridensificanti: collagene. La principale proteina dell’epidermide, rappresenta l’80% delle proteine presenti nel derma e costituisce le fondamenta della pelle donandole pienezza e compattezza. Col passare del tempo, la capacità del derma di produrre collagene si riduce del 75%:, ecco perché andrebbe reintegrato.

Antiossidanti: la vitamina C e vitamina E. Queste vitamine sono conosciute per la loro capacità antiossidante.

Idratanti: acido ialuronico, pantenolo o allantoina.

Nutrienti: oli vegetali.

Come ringiovanire anche il viso mangiando sano 

Una corretta alimentazione è lo strumento più semplice e veloce per restare in salute, basta fare le giuste scelte.

La dieta più indicata per migliorare la pelle del viso e contrastare l’invecchiamento cutaneo è ricca di prodotti derivanti dal mondo vegetale. Suggerirei di fare rappresentare dai prodotti vegetali almeno il 70% del volume di ciò che mangiamo.

La dieta che risulta essere amica della nostra pelle, non deve mai essere carente di :

  •  Verdura. La fonte migliore di vitamine, minerali ed antiossidanti. L’idea è variare il più possibile per godere dei benefici di tutte le varietà. Rispettando le stagioni. Questo ci consente di avere verdure più fresche. Essenziali per avere il più alto contenuto di nutrienti quando arrivano sulla nostra tavola. Per la stessa ragione preferirla cruda il più possibile
  • Frutta, preferendo quella non troppo dolce.
  • Ancora da ricordare legumi  come fagioli, lenticchie, piselli, ceci e soia che, in particolare contengono potenti antiossidanti, come la vitamina E, e i bioflavonoidi per mantenere la pelle sana e contrastare la degenerazione cellulare. Oltre che essere ricche di fibre. E di discrete proteine vegetali. Da completare con quelle dei cereali integrali possibilmente, per ottimizzarne l’utilizzo.

Largo poi alle proteine:  pesce, uova, frutta secca e semi oleosi, soprattutto noci e semi di lino, ricchissimi di omega 3 essenziali per una pelle idratata, nutrita e compatta. Noci, nocciole, pinoli e mandorle favoriscono la produzione di collagene, oltre ad essere ricchissime di selenio, ma anche rame, vitamina E e acidi grassi insaturi.

Evitare invece il più possibile carni rosse (soprattutto se cotte ad alte temperature) ed insaccati. Limitare anche i prodotti caseari. Ottimi per appesantire la nostra digestione.

Per una dieta pensata per la pelle (ma anche per il nostro invecchiamento generale) darei una netta sfoltita ad alimenti ricchi di carboidrati a rapida assimilazione. Quindi no a prodotti industriali raffinati con farine trattate quali pasta e riso bianco, pane, biscotti, dolci vari e bevande zuccherate.

Come ringiovanire la pelle del viso idratandosi

Nulla di quanto appena detto vale se non vi è la giusta idratazione. E il substrato perchè tutte le reazioni chimiche avvengano.

Una pelle poco idratata si nota subito per essere molto secca. Le rughe (per chi le ha) tendono a vedersi di più.

Acqua, tisane, succhi di frutta (non di produzione industriale, ricchi di zuccheri aggiunti), té. Tutto serve per il calcolo giornaliero che si consiglia essere di almeno un litro e mezzo. Molto di più per chi fa sport ovviamente.

Per approfondire questo punto:“Benefici e ragioni per bere acqua”.

Evita fumo e alcool per non rovinare la pelle del viso

  • L’alcool provoca una dilatazione delle vene e una diminuzione dell’elasticità della cute, ciò è causa della comparsa di arrossamenti, gonfiori e macchie cutanee. Inoltre gli alcolici causano disidratazione e perdita delle vitamine A ed E, essenziali antiossidanti che hanno la funzione di rallentare l’invecchiamento delle cellule dell’epidermide e dunque l’insorgere delle rughe.
  • La pelle di un fumatore è costantemente ipo-ossigenata per via della vasocostrizione del circolo superficiale. Pertanto il fumo rende la pelle spenta e di un colore tendente al giallo spesso accompagnato da macchie e altri inestetismi come punti neri e problemi ai capillari. E’ una pelle con scarsità di fibre elsatiche e collagene. Per quello le rughe si formano con più facilità.

Limitare l’esposizione al sole per evitarne i danni sul viso

Il sole, se preso con moderazione, nei giusti orari e con la dovuta protezione, non è dannoso per la nostra pelle, anzi apporta notevoli miglioramenti dal punto di vista psico-fisico.

La parte buona del sole ci permette di fare il pieno di vitamina D e di melatonina, ottimizza la regolazione del ritmo sonno/veglia e il mantenimento della temperatura corporea.

Negli ultimi anni l’attenzione sui danni del sole è cresciuta e le risposte si sono moltiplicate, basti vedere come le creme viso di maggiore qualità hanno introdotto la protezione solare.

Limitare i raggi solari che colpiscono la nostra pelle significa limitare la formazione di radicali liberi responsabili dello stress ossidativo, nonchè di rughe, macchie del viso e malattie come il cancro della pelle.

Il sole insieme al fumo uniscono le forze tali da essere devastanti. Gli effetti sono cumulativi e si iniziano a notare in genere dopo i 40 anni. Non è raro in questi pazienti avere una pelle con manifestazioni di invecchiamento tipiche di chi dovrebbe avere 15 o 20 anni in più.

Se il tuo viso non ti piace più, contattami, vedremo insieme come poter apportare dei miglioramenti.

Condividi

Copia il Link

Copia