Milano | Parma | London    +39 3404508274   

intro-rinoplastica-img-articolo

A che età si può fare la Rinoplastica?

Non è un segreto che la bellezza del volto sia oggi più che mai un’esigenza. Il selfie è ormai all’ordine del giorno e non solo per  i “social addicted”.

Questo implica volto in “primo piano”, ma ancor più naso in “prima fila”.

Questa parte del viso, per quanto piccola, ne caratterizza fortemente la fisionomia. Potendo donare armonia se ben proporzionato, ma anche rovinarlo. Insomma, fa la differenza.

Non sono solo i giovani ad approcciarsi ai social, ma ormai è una “dipendenza” trans generazionale. Sono però loro i primi a “pagarne le spese”.

Hanno infatti una minore consapevolezza di sè. Ciò li rende indifesi in un mondo che ormai verte sulla velocità anche nella crescita. Non gli è dato più il tempo di maturare, sia fisicamente che mentalmente. Ciò si concretizza, per quanto mi riguarda, con richieste addirittura di adolescenti motivate dalla necessità di inseguire gli “standard vigenti”. Il tutto fatto il prima possibile, ovviamente. Non è contemplato aspettare nemmeno 2-3 anni che lo sviluppo delle strutture del naso sia definitivo e completo. Si ha fretta..

Vediamo però cos’è e a che età si può fare la Rinoplastica? 

Il naso: cos’è e come funziona.

Si compone, molto grossolanamente, di due parti.

Una struttura esterna, costituita da ossa e cartilagini.

  • Le ossa nasali sono saldate tra loro e alle ossa del viso circostanti. Mentre le cartilagini costituiscono la struttura della metà inferiore del naso. Entrambe ne determinano la forma.

Internamente troviamo invece il setto che ha una funzione di supporto per la struttura appena descritta. E, al contempo, la divide in due canali (fosse o cavità nasali)  rivestiti di mucosa, i quali rappresentano l’inizio delle vie aeree. Alle quali si accede attraverso due aperture che sono le narici.

  • Oltre al setto troviamo internamente anche  delle piccole sporgenze ossee ricoperte da mucosa: i turbinati inferiore, medio e superiore. Sono spesso loro il problema di un malfuzionamento della respirazione nasale.

Il naso ha 2 funzioni principali:

  • Costituisce la parte iniziale delle vie respiratorie, permettendoci di respirare. Sicuramente la sua funzione primaria.
    • L’aria inspirata, entrando dalle narici, si scalda, umidifica e depura grazie alle ciglia e alle mucose interne. Di qui prosegue verso i polmoni.
  • Rappresenta anche un organo di senso situato in posizione mediana e al centro del viso: attraverso di esso sentiamo gli odori. Pertanto ha una funzione olfattiva. La parete superiore delle fosse nasali è decretata al raccoglimento degli stimoli olfattivi che poi unica poi al cervello grazie al bulbo e al nervo olfattivo.

La chirurgia estetica del naso

La rinoplastica e la rinosettoplastica sono gli interventi che si propongono di migliorare l’aspetto del naso.

  • La differenza tra le due è l’aggiunta, nella seconda, di una correzione funzionale.
  • Lo scopo principale è il miglioramento estetico. Che non significa modellare il naso per renderlo perfetto. Non esiste perfezione nel corpo umano. Bensì renderlo bilanciato e proporzionato al volto in cui è incastonato.
    • Questo punto è l’unica chiave di lettura della rinoplastica. Una rosa rossa, per quanto bella non avrebbe senso in un mazzo di fiori di campo. Un naso perfetto secondo i canoni didattici o, peggio, secondo i canoni del momento, finirebbe presto di esserlo se per nulla in armonia col viso.
    • Se vuoi farti guidare nella scelta corretta, ti consiglio di leggere:“Nasi Rifatti Naturali: i segreti della Rinoplastica eseguita bene”.

Ed eccoci all’età in cui si può fare la rinoplastica

La risposta è la maggiore età. Quando ossatura e cartilagine hanno definitivamente terminato di crescere e di mutare.

  • Il naso termina il suo sviluppo indicativamente intorno ai 16 anni nella maggior parte dei casi. Tuttavia in alcuni casi questo avviene più lentamente. Quindi aspettare altri 2-3 anni è la norma.

Nel periodo adolescenziale inoltre la maturità della psiche tende a essere  ancora un po’ “traballante”. Pertanto:

  • la capacità di comprendere cosa significhi un cambiamento fisionomico, che nel caso della Rinoplastica può essere impattante, è molto labile.
  • Come conseguenza potrebbe essere errato il modo di valutare la propria immagine allo specchio, col rischio di volere “correre ai ripari” quando magari non ce n’è realmente bisogno. Per poi pentirsene.

Esiste tuttavia la possibilità di procedere alla chirurgia anche in minore età, ma solo in casi limite in cui ci sia un reale e forte disagio psicologico (debitamente attestato da uno specialista) o ci sia stato un trauma importante.

L’età media dei pazienti, quindi, tende a distribuirsi è tra i 18-20 e i 45-50 anni nella maggior parte dei casi. In questa fase della vita si verificano alcune situazioni favorenti quali:

  • la pelle ha ancora una buona elasticità,
  • la salute generale è normalmente stabile,
  • le strutture del naso sono in condizioni ottimali.

Lo si può ovviamente fare anche più avanti negli anni. E lo si fa, pur meno frequentemente. Tuttavia la chirurgia deve tenere conto di due aspetti in particolare:

  1. l a pelle perde progressivamente la propria elasticità e capacità di retrarsi. Pertanto le riduzioni strutturali devono essere più conservative.
  2. Le strutture portanti, soprattutto cartilaginee, e i legamenti che le tengono unite, tendono a diventare più deboli. Ecco che un rinforzo strutturale con innesti cartilaginei è più frequentemente richiesto.

Gli interventi al naso sono ormai una routine, sicuramente tra i più richiesti. La risposta alla domanda: “A che età si può fare la Rinoplastica?” è dunque semplice.

Basta aver raggiunto la maturità della struttura osseo-cartillaginea. Nonchè avere piena coscienza di sè e di cosa porterà il cambiamento.

Solo su una tale base si può iniziare a valutare qualsiasi intervento.

Una guida capace e professionale è essenziale, soprattutto quando sono i più giovani a dovere essere trattati. In modo che vengano dati i migliori consigli in termini di tempistiche e tipo di correzione eseguibile.

Ti lascio qui il mio articolo in cui ti parlo del fenomeno, sempre più diffuso, della chirurgia estetica in giovane età: “I giovani e la Chirurgia Estetica: gli interventi più richiesti”.

Se invece sei un giovane e vuoi un consiglio, contattami, vedremo insieme se e come iniziare il percorso verso il cambiamento.

Condividi

Copia il Link

Copia