Milano | Parma | London    +39 3404508274   

Post operatorio del Lifting interno coscia

Lifting Interno Coscia e post-operatorio

La chirurgia estetica, fino a qualche decennio fa uno sfizio o capriccio per pochi, sta prendendo sempre più piede.

I costi sono divenuti più abbordabili, le tecnologie sono un reale supporto e soprattutto le metodologie si stanno affinando sempre più e sono sempre più attente a mettere al centro il benessere del paziente. Tutto ciò ha permesso a un numero maggiore di persone di avvicinarvicisi.

Il valore di questo tipo di interventi va ben oltre il lato puramente estetico, come si potrebbe pensare. Le ripercussioni positive  nella vita del paziente sono a volte impagabili. Se pensiamo, per esempio, alle chirurgie estetiche eseguite nel periodo post obesità, forse si capisce ancora  più facilmente come possano essere utili a ridare il piacere del quotidiano. A vivere la vita con un altra “velocità”. Una fra le tante chirurgie di cui vorrei parlarti in questo articolo è il “lifting” dell’ interno coscia.

Ma vediamo prima chi sono i pazienti tipo e come li si può aiutare.

Paziente tipo

Il lifting interno coscia, come diverse altre, fa parte delle chirurgie atte a ridefinire il contorno corporeo particolarmente negli ex obesi. O comunque chi ha perso una importante quantità di peso in un breve periodo nel corso della propria vita. Perchè ce ne dovrebbe essere bisogno? te lo spiego a breve. Vorrei però lasciarti subito un articolo che ti potrebbe interessare se magari avessi perso solo qualche chilo o addirittura ti dovesse infastidire qualche accumulo di adipe localizzato:“Intervento di Lipoaspirazione vs Body Contouring“.

  • Le persone obese che decidono di riprendere in mano la loro vita, non si sottopongono a dieta e sport per perdere “qualche chilo”, bensì decine di chili.
  • I primi chili scivolano via molto velocemente. E di seguito, più lentamente, i restanti.
  • La pelle, che è il nostro vestito più prezioso, in questi casi è veramente maltrattata. Stirata per racchiudere volumi sempre maggiori durante il periodo di obesità. E ora, durante il dimagrimento, lasciata senza sostegno alcuno dai volumi che piano piano diminuiscono.
    • In una persona “normopeso” questo stress è forte, ma solitamente il ritorno elastico della pelle riesce a sopperire al cambiamento. Si possono avere a volte le smagliature, altre volte un pò di lassità cutanea.
      • Una tipica situazione in cui si potrebbero verificare tali alterazioni è correlato alla gravidanza. L’aumento di peso generale può essere controllato, le dimensioni del grembo un poco meno. Ecco allora il possibile formarsi della “pancia a grembiule” una volta nato il bimbo. Se ti rivedi in questa situazione, il seguente articolo ti potrebbe aiutare:“Come eliminare la pancia a grembiule: 3 consigli”.
  • Negli ex obesi, la differenza fra volume corporeo iniziale e  finale è talmente grande da rendere l’eventuale ritorno elastico poco efficace. Il conseguente accumulo di pelle  in eccesso avviene un pò in tutto il corpo. Ed essendo piuttosto abbondante, tende a essere qualcosa di più di un semplice inestetismo. Arriva a limitare i movimenti, creando anche dolorose dermatiti da sfregamento. Tipicamente sotto le braccia e, ancor di più, nella parte interna delle cosce.
  • Da qui l’esigenza di un lifting interno coscia.

Paziente “meno” idoneo

L’interno cosce è un punto critico soprattutto del corpo femminile. La pelle in questa regione è tipicamente più delicata in generale. Se poi aggiungiamo anche  muscoli sottostanti difficili da allenare e, magari, una genetica sfavorevole, ecco spiegato perchè molte donne lo vogliano migliorare. E iniziano a informarsi su trattamenti quali il lifting interno coscia.

Ti lascio allora questo articolo per conoscere meglio quest’area e le possibilità di intervento: “Interno coscia molle? Ecco l’intervento per porvi rimedio”.

Perchè il lifting interno coscia potrebbe non essere per tutti

Hai ormai ben chiaro perchè questo intervento possa avere una indicazione quasi ideale nel caso di eccessi di pelle importanti.

Tuttavia la richiesta potrebbe venire anche da pazienti le cui fluttuazioni ponderali nel passato siano state certamente meno rilevanti. Tuttavia la qualità di pelle, magari particolarmente poco favorevole, non sta aiutando. In tali situazioni è tuttavia necessario fare delle valutazioni più “ragionate” prima di prendere una decisione.

Infatti:

  • è una  chirurgia piuttosto invasiva,
  • la cicatrice è solitamente lunga e potenzialmente visibile,
  • la guarigione è più tipicamente lenta e difficile.

Tre punti a sfavore che possono essere trascurabili quando si ha una notevole quantità di pelle da eliminare. Un poco meno negli altri casi.

Negli ex obesi, infatti, la scelta è fra irritazioni croniche con dolore costante ad ogni movimento e  cicatrici antiestetiche. Saranno brutte, ma ridanno la possibilità di muoversi liberamente. Cosa non da poco per una persona che ha avuto la grande forza di rivoluzionare la sua vita.

Il lifting alle cosce e il suo post operatorio

Questa chirurgia mira a eliminare la pelle lassa nell’interno cosce. Ne esistono due versioni:

  1. meno invasiva, ma anche di minor pretese. Si va a tirare la pelle incidendo solo l’inguine. Si può prelevare meno pelle.
    • Pro: la cicatrice è all’inguine, sfrutta la piega naturale della pelle e la diversa cromia.
    • Contro: spesso la cicatrice migra verso il basso divenendo comunque visibile. Inoltre l’efficacia del miglioramento è decisamente ridotta. Per tali ragioni non sono un “fan” di questo approccio.
  2. Più invasiva. Si incide l’intero interno coscia, dall’inguine sino anche al ginocchio. Si possono togliere grossi eccessi cutanei.
    1. Pro: ridà una forma certamente migliore alla gamba (rispetto alla tecnica precedente) e restituisce il piacere di camminare.
    2. Contro: la cicatrice rimane visibile anche a guarigione avvenuta per la particolarità della zona.

Cosa succede dopo?

Le cose alle quali si deve prestare maggiore attenzione nel post operatorio del lifting all’interno coscia sono:

  1. la cura delle cicatrici che non devono essere sollecitate. Ecco perchè avrai una guaina contenitiva a comprimere la zona. Evita che i bordi delle incisioni si stirino allargando lo spessore della futura cicatrice.
  2. La corretta detersione della zona dopo 48/72 ore. La doccia, con lo scorrere dell’acqua, è un grande aiuto sulle ferite: le “massaggia” e pulisce.
  3. La profilassi antibiotica. Permette di evitare le complicanze più frequenti.
  4. Il giusto movimento. Non è certo possibile tornare subito in palestra; per quello ci vorranno un paio di mesi. Ma camminare e tenere il nostro corpo “in funzione” aiuta una più veloce guarigione.

Il lifting interno coscia è una delle tante chirurgie che apportano un reale miglioramento nei pazienti che vi si sottopongono. In questo caso la componente estetica potrebbe anche avere un valore secondario rispetto a quella funzionale. Poter tornare ad abbigliarsi con qualsiasi capo, a fare camminate, a vivere le giornate senza “essere schiavi” del proprio passato è qualcosa che “non ha prezzo”. O, quantomeno, ha il prezzo di lunghe cicatrici. Tuttavia la libertà spesso vale tale compromesso.

Se ancora stai cercando la giusta via per dimagrire, ti do qualche utile informazione in:“Come eliminare Grasso in eccesso: Stile di vita e Chirurgia”.

Se invece fossi riuscita/o a uscire dal tunnel dell’obesità, ti faccio i miei complimenti perchè non è un percoso facile. Ora però potresti avere un problema di eccesso cutaneo a dividerti dal corpo che hai sognato dopo tanto sacrificio. Se lo volessi, potrei aiutarti a raggiungerlo:  contattami per tornare definitivamente ad una vita più serena e in salute.

Condividi

Copia il Link

Copia