Milano | Parma | London    +39 3404508274   

seno-uomini-img-articolo

Come diminuire il Seno in un Uomo? I giusti rimedi

Ci sono inestetismi fisici di cui si parla da sempre. Possiamo definirli “difetti sdoganati”. Sono caratteristiche che possono mettere o meno a disagio chi ne soffre, ma averle è ritenuto quasi “normale”, come il volerle correggere.

Ci sono invece imperfezioni altrettanto comuni, delle quali invece si fa ancora molta fatica a parlare, anche se negli anni si sono fatti passi avanti. Mi sto riferendo all’anomalo sviluppo del petto, anche se sarebbe meglio dire del seno, nell’uomo.

Sino al secolo scorso, l’attenzione maschile al fisico era sicuramente meno focalizzata. Inoltre l’abbigliamento meno aderente rendeva facile a nascondere eventuali difetti. Invece gli attuali capi “slim”, molto richiesti e ricercati, sono veri e propri nemici di ogni inestetismo.

Oggi le cure messe in campo dagli uomini per il proprio corpo sono di molto cresciute, diventando talvolta quasi maniacali, similmente a quanto avviene nel mondo femminile.

In questo articolo vedrai perchè questo problema compaia. Ma soprattutto come fare per diminuire il seno in un uomo.

Condizione di Ginecomastia: il seno nell’uomo

La condizione di Ginecomastia non è altro che un uomo con il seno, o meglio con una ipertrofia del tessuto ghiandolare mammario. Può avere varie cause e diversi gradi.

Che si nasca femmina oppure maschio, si ha la ghiandola mammaria. Ciò che poi distingue i due sessi è lo sviluppo di questa parte del corpo durante la pubertà.

  • Nelle femmine sono gli estrogeni a far sviluppare il seno.
  • Nei maschi, invece, gli androgeni secreti dai testicoli ne bloccano la crescita.
    • Può capitare però che inizialmente non ci sia il corretto bilanciamento ormonale, con la crescita atipica anche nei maschi del seno. Tale condizione tende a regredire col tempo e si definisce Ginecomastia puberale.
    • Sempre per cause naturali, in età avanzata, può esserci una riduzione del testosterone libero e un aumento della conversione periferica degli estrogeni. Si verifica qui la Ginecomastia senile. In questo caso non è però reversibile.

A questi due casi, racchiusi entrambi sotto il nome di Ginecomastia vera, si affiancano anche situazioni in cui il motore dell’inestetismo è patologico. Le cause sono veramente molte, ma divisibili in:

  • endocrine, ovvero legate a disfunzioni del sistema ormonale.
  • non endocrine, ovvero determinate da fattori esterni, solitamente cure mediche o addirittura doping.

Talvolta però, non sono gli ormoni a “giocare brutti scherzi”, bensì le cattive abitudini. Si ha così la Ginecomastia falsa, definita anche come lipomastia o adipomastia.

  • Come suggerisce il nome, è una situazione di grasso in eccesso dovuta solitamente a cattiva alimentazione e vita sedentaria.

Come diminuire il Seno in un Uomo?

Arriviamo a ciò che probabilmente più interessa chi sta leggendo, ovvero le soluzioni a questo problema. In realtà sono diverse e possono necessitare o meno del chirurgo.

Certamente nel caso in cui la condizione sia legata ad una patologia o alla cura della stessa, sarà su quello che si dovrà agire in primis. Mentre nel caso in cui sia lo stile di vita ad essere il primo imputato, ecco dove il paziente dovrà almeno cercare di porre rimedio.

Soluzioni non chirurgiche

Avendo parlato di due tipologie del problema, dividerei anche le soluzioni in due famiglie.

  • Per la Ginecomastia vera si può intraprendere una cura a base di farmaci che:
    • competano con i recettori degli estrogeni;
    • ostacolino l’aromatasi, enzima necessario alla conversione da testosterone a estradiolo, l’estrogeno più importante.
  • Per correggere invece la Ginecomastia “falsa” spesso basta un semplice dimagrimento generale, auspicabilmente associato a degli esercizi atti all’aumento muscolare in loco. In realtà negli ultimi anni si è fatta strada un’altra chirurgia che interessa il petto maschile e che mima il risultato di un ‘esercizio fisico svolto regolarmente, pur non sostituendolo. Te ne parlo in: “Petto: Ginecomastia Maschile o Protesi Muscolari?”.

Soluzioni chirurgiche

Anche qui parleremo di approcci diversi a seconda della tipologia.

  • Partiamo qui della Pseudoginecomastia, o ginecomastia falsa.
    • Essendo causata sostanzialmente da adipe in eccesso, la soluzione prevede l’eliminazione di questa eccedenza attraverso una liposuzione. Che avvenga, idealmente, in contemporanea a una sorta di “conversione” a un corretto stile di vita. Come dovrebbe sempre avvenire prima di questa chirurgia. In modo che il risultato sia poi mantenuto per sempre.
    • Per approfondirla: “Scopri la Liposuzione”.
  • Vediamo ora come porre rimedio alla condizione di Ginecomastia vera. In questo caso si aprono diverse possibilità a seconda della gravità del problema.
    1. La più semplice associa la liposuzione all’escissione di una parte del tessuto ghiandolare mammario.
      • Ne risulta una semplice cicatrice sul bordo inferiore dell’areola.
    2. Se il seno è più importante, probabilmente la pelle che lo racchiude, una volta svuotata, risulterà lassa. Si deve quindi andare ad asportarne una parte.
      • Si avrà una cicatrice ad anello attorno al capezzolo.
    3. Infine se la situazione è ancora più severa, parliamo di un vero e proprio seno cadente, allora si dovrà agire in modo ancor più invasivo. Paragonabile alla Mastoplastica riduttiva femminile. Si andrà a eliminare adipe, parte della ghiandola e una buona area di cute. Seguirà il riposizionamento oppure il reinnesto del complesso areolo-capezzolo.
      • La cicatrice sarà più importante, tutt’intorno all’areola con una componente anche nel solco mammario.

Per tutti questi casi:

  • le dimissioni sono in giornata, al più il chirurgio può richiedere una notte in clinica.
  • Il paziente tornerà a casa con una guaina elastica che terrà per 4 settimane.
  • I lividi scompariranno in 2-3 settimane.
  • Il gonfiore postoperatorio diminuirà progressivamente in 4-8 mesi.
  • Il ritorno all’attività lavorativa sedentaria sarà in 3-6 giorni.
  • Le attività sportive più intense, invece, dovranno attendere, a seconda del tipo di chirurgia:
    • 2-3 settimane nel caso di una semplice liposuzione,
    • fino ad 8 settimane per la versione più aggressiva.
  • Per alcuni consigli al fine di  ottimizzare la guarigione: “Post intervento Ginecomastia: come superarlo senza difficoltà”.

Come diminuire il Seno in un Uomo? Conclusioni

Esistono quindi diverse risposte alla domanda: “Come diminuire il seno in un uomo?” Tutte dipendono dalla tipologia del problema (ginecomastia vera o falsa) e dalla sua severità.

Se vuoi indagare meglio la soluzione chirurgica:“Scopri l’intervento di Genicomastia!”.

Se invece non riesci a capire in quale casistica rientri, chiamami ti aiuterò a trovare la tua soluzione.

Condividi

Copia il Link

Copia