Milano | Parma | London    +39 3404508274   

costo-chirurgia-img-articolo

I costi della chirurgia estetica: giusto risparmiare?

Chirurgia estetica: ha senso guardare al risparmio?

Mi capita sempre più spesso di essere contattato, soprattutto online e quindi in modo abbastanza asettico, quasi anonimo, senza anche la minima possibilità di uno scambio di idee, manifestando una sorta di pretesa di dare risposta ad una sola singola domanda: quanto costa la tal chirurgia. Si vuole conoscere un valore numerico, null’ altro. E a volte, purtroppo, senza neppure ringraziare per l’ informazione ricevuta. Funziona così. E’ il galateo 3.0. Ora, al netto delle possibili considerazioni sul livello di educazione individuale, mi volevo soffermare brevemente su questa tendenza che reputo errata. Capisco sicuramente che uno possa avere un budget che non può o vuole sforare. Ci mancherebbe. Tuttavia mi preme anche fare intendere che quando ci si rivolge ad un chirurgo estetico, ci si appresta ad acquistare un tipo di servizio molto particolare che è una chirurgia fatta sul proprio corpo. La quale, se va bene, siamo tutti contenti. In caso contrario, ci potrebbero essere degli esiti estetici, funzionali e, nondimeno, psicologici che poi uno si trascina tutta la vita. Si parte dal presupposto, per mancanza di conoscenza delle cose, ovviamente, che una rinoplastica o una mastoplastica additiva quella sia. Indipendentemente da chi la esegue ed in quali condizioni. In pratica, come se si stesse comprando un abito, una borsa o una vettura. Con l’enorme differenza che questi se piacciono poi vengono utilizzati. Altrimenti si cambiano o si buttano via. E via per il prossimo acquisto. Mettere il prezzo davanti a tutto quando si sceglie un chirurgo è una cosa che, conoscendo bene ciò di cui sto parlando, mi fa un poco accapponare la pelle. Eppure è una cosa sempre più diffusa. La gamma di qualità di un intervento chirurgico è invece, udite bene, molto ampia. Non è assolutamente la stessa cosa farlo qua o là per risparmiare 1000 o 2000 euro, se non addirittura più di quello. Quelle 1000 euro potrebbero veramente assumere un valore in negativo molto più alto. Ma solo dopo l’intervento… La qualità di questo servizio dipende, in primis, dal chirurgo. Dalla sua abilità manuale e capacità di adattare la tecnica chirurgica al singolo paziente, plasmandola a seconda delle variabilità individuali. Cosa questa di fondamentale importanza. Che viene dalla scuola dove egli ha imparato e dall’ esperienza acquisita sul campo. La sua casistica deve essere ampia o ampissima. Essenziali sono anche la struttura in cui si esegue la chirurgia, i materiali usati ed il team attorno al chirurgo.

Ribadisco. Non è proprio la stessa cosa operarsi con un chirurgo invece che un altro tanto per poi dire di essersi operati. Diffidate da organizzazioni che offrono le chirurgie a prezzi ridicoli, nemmeno sufficienti, nel mondo reale, a pagare i costi di una sala operatoria che possa definirsi tale. Per non parlare poi di chi va all’estero a caso in paesi che vanno  bene per una vacanza. Spesso lasciati poi al proprio destino, dovessero esserci poi delle complicazioni (ne ho visti abbastanza ormai). Pensateci almeno un po’. Se il budget è risicato si può pensare a dei finanziamenti. Oppure a rimandare tutto il tempo necessario per risparmiare a sufficienza. Scelta questa enormemente più saggia che fare un intervento pagandolo 4.000 euro quando il costo medio magari è intorno a 7.000-8.000 euro, per fare un esempio.

 

Scopri tutti i servizi del Dr. Zaccheddu!

Condividi

Copia il Link

Copia