Milano | Parma | London    +39 3404508274   

Botox sopracciglia

Cosa fa il botox alle sopracciglia? Il prima e dopo il trattamento

Talvolta, chi si presenta nel mio studio, vorrebbe migliorare il proprio aspetto ma senza ricorrere alla chirurgia. Magari perchè è reputato prematuro, magari perchè si ha paura, magari perchè è troppo costosa o per varie altre ragioni.

Botulino…una sostanza magica

Il botox o botulino è una molecola che potrei definire quasi “incompresa”. Ancora oggi, quando la si nomina, capita di vedere quasi il “terrore” nello sguardo di alcuni pazienti. O quantomeno un rifiuto a prescindere quando viene proposto: i filler sì ma non il botox. Non è concesso nemmeno discuterne.

Come sempre, sono le tante falsità che si leggono nel web o che si sentono da amici e parenti a creare l’equivoco. Ti lascio un articolo dove ti rivelo tutte le verità su questa sostanza: “Iniezioni di Botulino tra falsi miti, leggende e verità”.

Il Botox, invece,  è una sostanza polivalente nella Medicina, e non mi riferisco solo a quella estetica. Affronto più completamente questo discorso in: “Il Botox al viso fa male? La verità”.

Per farti un esempio, eccoti una modalità di  utilizzo a scopo terapeutico:“Botox contro Emicrania: funziona veramente?”.

Botox e Medicina estetica

Questa sostanza ha grossolanamente quattro aree di utilizzo nella Medicina estetica. Si sfrutta la sua capacità di inibire il rilascio di acetilcolina, sostanza che trasmette gli impulsi nervosi ai muscoli. Pertanto bloccandone temporaneamente la funzionalità.

  1. Prevenire e appianare le rughe della parte alta del viso. Per la parte bassa, o per accentuare le zone sporgenti dello stesso si tende a privilegiare invece il Filler.
  2. Ridurre la visibilità di una iniziale lassità dei muscoli del collo, appena sotto il mento (bande platismali). Se è questa la parte che vorresti migliorare, a te la lettura di:“Trattamento degli inestetismi del collo”.
  3. Abbassare leggermente il labbro superiore nel caso di una visibilità delle gengive durante il sorriso (gummy smile o sorriso gengivale).
  4. In ultimo, l’azione protagonista di questo articolo: rialzare il sopracciglio lateralmente.

Il risultato:

  • non è la paralisi completa dell’area che si ricerca e ottiene, ovvero l’effetto “maschera di cera” tanto temuto. Piuttosto una limitazione della contrazione muscolare, sempre mantenendo l’espressività del volto. In questo modo la pelle che ricopre il muscolo sarà meno “stropicciata” dalle contrazioni muscolari sottostanti e dunque le rughe si formeranno in modo più blando.
  • Non è paragonabile a un lift chirurgico, ma l’effetto è comunque apprezzabile.

Prima e dopo …Il paziente diventa il protagonista

In ogni trattamento o chirurgia il paziente dovrebbe seguire i consigli e raccomandazioni che vengono dati. Il suo approccio deve essere quindi attivo nel cercare di perseguire il miglior risultato.

Quando si parla di chirurgia, ovviamente, le regole da seguire potrebbero essere più impegnative.

  • Il percorso di avvicinamento inizia già giorni giorni prima. Penso agli esami preoperatori da fare. Oppure all’assunzione o meno di farmaci. O al digiuno nelle ore antecedenti.
  • Il post invece è generalmente più protratto ed è composto da diversi step. Cominciando con un primo periodo di riposo attivo. Sino ad arrivare alla stabilizzazione del risultato.

Quando invece ci si sottopone ai trattamenti di medicina estetica, il discorso da fare è diverso. Anche se qualche regola rimane.

Botox e rialzamento del sopracciglio: i miei consigli

Come visto, il rialzamento del sopracciglio è uno degli utilizzi del Botox.

La procedura è molto semplice e riassunta in 3 step:

  1. Detersione dell’area.
  2. Facendo contrarre i muscoli al paziente si individuano i punti migliori di iniezione.
  3. Iniezione vera e propria.

Il tutto avviene piuttosto velocemente e in modo indolore per i più. Grazie all’uso di aghi finissimi.

Il prima non prevede particolari restrizioni. I più scrupolosi potrebbero preparare l’area con l’applicazione di ghiaccio per un paio di minuti al fine di  ottenere una vasocostrizione cutanea. E ridurre quindi la possibilità di sanguinamenti o, magari, piccoli lividi successivamente. Manovra questa molto poco utilizzata, in genere, anche per via della ridotta dimensione degli aghi.

Qualche raccomandazione in più per il dopo. Il tutto vale per le prime ore immediatamente successive al trattamento.

Evitare di:

  • manipolare la zona. Si potrebbe far migrare il Botulino nelle aree circostanti e ciò potrebbe portarlo ad agire su muscoli nelle vicinanze che non si vuole invece bloccare.
  • Non lavare il viso con veemenza, per la stessa ragione appena esposta.
  • Possibilmente non correre in bagno a truccarsi appena terminato il trattamento ma attendere qualche decina di minuti almeno. Il tutto per evitare l’entrata di make up nei punti di inoculo.
  • Fare subito attività fisica. Il conseguente incremento di pressione sanguigna potrebbe favorire il gonfiore ed eventuali piccoli lividi nelle aree di inoculo. Attendere almeno 2-3 ore.
  • Bere alcolici subito dopo. L’alcool è infatti un importante vasodilatatore. Cadiamo nel punto precedente.
  • Per la stessa ragione, esporsi a fonti di calore intense, come la sauna o il sole subito dopo la seduta ambualtoriale.
  • Sdraiarsi subito, a favorire l’aumento di perfusione del viso.

Il botulino per rialzare le sopracciglia è dunque un trattamento veloce e poco impegnativo. Praticamente non prevede un “prima”. E solo qualche limitazione nel “dopo”, per un tempo comunque molto limitato. Può dunque essere eseguito in ogni giorno della settimana e ora della giornata. Un consiglio solo su quando pianificarlo: almeno 10-14 giorni prima di quando si vorrebbe avere lo sguardo, o il viso, “perfetto”. Questa sostanza infatti ha bisogno di tempo per fare effetto. Non quindi nella immediata vigilia di un evento sociale importante oppure una vacanza.

Hai ancora qualche dubbio sul trattamento? Contattami, ti darò tutte le informazioni che ti servono.

 

Condividi

Copia il Link

Copia